• Articolo , 13 settembre 2010
  • Rinascita verde per la Grecia: sbloccati 2 mld per le rinnovabili

  • L’Autorità nazionale per l’energia ha annunciato di aver sbloccato circa 2 miliardi di euro in progetti per la produzione di energia da fonti pulite, oltre all’intenzione di accelerare tutte le procedure per la concessione di nuove licenze per l’istallazione di impianti rinnovabili

(Rinnovabili.it) – Le intenzioni erano chiare già alla fine dello scorso luglio, quando il ministro dell’ambiente ellenico aveva annunciato un importante “piano di investimenti”:http://www.rinnovabili.it/la-grecia-e-pronta-ad-investire-12-mld-in-ambiente-rinnovabili-403172 pubblico-privati per finanziare i comparti ambiente e le rinnovabili nel _Programma di sviluppo per l’economia reale_ della Grecia. Ora la nazione, che sta cercando faticosamente di lasciarsi alle spalle la pesante eredità della crisi economica, sembra aver fatto un ulteriore passo in avanti ed ha annunciato di aver sbloccato progetti “rinnovabili” per un totale di 2,1 miliardi di euro. Il Paese sta cercando proprio di puntare sul settore della produzione di energia da fonti pulite per attrarre investimenti e cercare di risanare i conti dello Stato le cui casse sono ancora pesantemente a corto di liquidità. La Grecia, quindi, sta offrendo alle aziende che producono energia da fonti rinnovabili dei sussidi, anche se è la stessa burocrazia e un meccanismo incentivante distorto ad aver portato all’accumulo di progetti da 40 GW, più che alla costruzione di nuovi impianti.

L’Autorità nazionale per l’energia, la RAE, ha comunque annunciato di aver dato il via libera la scorsa settimana all’approvazione di diversi programmi di produzione di energia verde in tutta la nazione, per una capacità totale pari a 840 MW, e ha promesso di accelerare tutte le procedure di concessione per la realizzazione di ulteriori progetti. In un comunicato ufficiale l’Authority ha specificato di avere fatto tutto ciò che era possibile, fino a questo momento, per aprire la strada alla concessione di nuove licenze. Sebbene la Grecia sia uno tra i Paesi più ventosi e soleggiati in Europa, l’energia eolica e solare prodotte entro i confini nazionali rappresentano solo il 4% dell’energia totale prodotta, mentre più del 60% dell’energia è ancora prodotta dalla combustione della lignite, una delle varietà più inquinanti di carbone. L’obiettivo del governo greco è arrivare ad una produzione del 40% di energia pulita entro il 2020.