• Articolo , 4 marzo 2008
  • Rinnovabili “made in Italy” al Wirec 2008

  • Nell’ambito dell’accordo operativo di cooperazione ambientale con il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, l’Ice parteciperà con uno stand informativo alla fiera che si terrà in occasione del Washington International Renewable Energy Conference 2008

Come già annunciato prende il via oggi uno degli eventi sulle energie rinnovabili più importanti a livello mondiale, il Washington International Renewable Energy Conference (Wirec). Per l’occasione l’American Council on Renewable Energy (Arcore), assieme ad associazioni americane leader del settore, organizza il Trade Show e Business Conference, un importante momento di incontro “business to government”, rivolto ad aziende, enti, autorità locali, nazionali ed internazionali, organizzazioni internazionali, istituti di ricerca, università, associazioni ecc. La Business Conference vedrà 250 speakers esperti delle rinnovabili oltre a sessioni dedicate ai mercati, l’industria, il finanziamento e le politiche del settore. Il Trade Show, occuperà un’area espositiva di 14.000 mq, e ospiterà delegazioni da oltre 60 paesi come la Germania, Giappone ed il Canada. L’evento vedrà anche una rappresentanza italiana: il Desk Ambiente e il Desk Investimenti dell’ICE partecipano con uno stand di circa 40 mq, uno spazio dedicato alla presentazione dalle attività internazionali del Ministero dell’Ambiente ed alle tecnologie italiane in campo ambientale, con lo scopo di fornire un’immagine aggiornata sulle eccellenze italiane nel settore delle energie rinnovabili. Prenderanno parte esperti italiani per illustrare la tecnologia dei film sottili e selle solari (Università di Parma), offrire osservazioni sul mercato fotovoltaico internazionale (Enea), e contribuire al dialogo sulle policy drivers dell’energia da geotermia. In occasione della fiera, oltre allo stand espositivo Matt- Ice, con la partecipazione delle società italiane si intende realizzare incontri one-on-one con aziende di rilievo ed un seminario sulle bioenergie in collaborazione con il Global Bioenergy Partenership.