• Articolo , 12 ottobre 2009
  • Rinnovabili: +11,8% per le regioni italiane entro il 2020

  • Il 16 ottobre prossimo a Roma, la Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile, presenterà il Rapporto 2009 sulla posizione dell Regioni italiane nell’espansione delle fonti rinnovabili in Italia.

(Rinnovabili.it) – La “Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile”:http://www.fondazionesvilupposostenibile.org/home?cid=7027 il prossimo 16 ottobre a Roma presenterà il nuovo Rapporto 2009 sullo stato attuale dei differenti ambiti di applicazione delle rinnovabili e sullo stimolo che il Governo Nazionale ha intenzione di trasmettere alle istituzioni regionali per incentivarne lo sviluppo. Un input questo, che servirà ad essere puntuale per lo Stato italiano nella consegna dei Piani Nazionali relativi ai settori impegnati nella promozione dell’energia pulita, ufficialmente dichiarati dalla Direttiva 2009/28/Ce, che pone al 30 giugno 2010 la data di scadenza per l’adattamento.
“L’obiettivo complessivo per l’Italia , da soddisfare con fonti energetiche rinnovabili, è quello di passare dal 5,2% del 2005 al 17% del consumo finale lordo del 2020”. Così spiega Edo Ronchi, Presidente della Fondazione.
Il proposito potrà essere raggiunto solo attraverso un impegno costante, da parte delle Regioni italiane, nell’applicare ai settori del riscaldamento, del raffreddamento, dell’elettricità e dei trasporti l’uso di tecnologie specifiche finalizzate ai processi di generazione dell’energia verde.
Nello specifico il settore del trasporto, ha evidenziato Ronchi, ha necessità di una spinta maggiore, in quanto, come descritto nella Direttiva, si dovrà arrivare a raggiungere per lo meno il 10% del consumo totale.
L’adeguamento ai parametri richiesti dalla Commissione Europea entro il 2020 per le rinnovabili, sarà vincente quindi solo tramite la sensibilizzazione prima, e la concretizzazione poi delle realtà regionali attraverso incentivi e finanziamenti finalizzati alla diffusione delle fonti rinnovabili.