• Articolo , 5 maggio 2011
  • Rinnovabili, dichiarazione dell’assessore regionale all’Ambiente Freda

  • «L’ambiente non è sicuramente al centro dell’azione del Governo. Nonostante le entusiaste dichiarazioni “vittoriose” dei ministri, con il decreto approvato oggi non si punta certamente sulle fonti energetiche rinnovabili, tanto meno sull’efficienza e sul risparmio energetico. Non a caso il Decreto ha ricevuto il parere contrario delle Regioni». Così l’assessore all’Ambiente della Regione Emilia-Romagna Sabrina […]

«L’ambiente non è sicuramente al centro dell’azione del Governo. Nonostante le entusiaste dichiarazioni “vittoriose” dei ministri, con il decreto approvato oggi non si punta certamente sulle fonti energetiche rinnovabili, tanto meno sull’efficienza e sul risparmio energetico. Non a caso il Decreto ha ricevuto il parere contrario delle Regioni». Così l’assessore all’Ambiente della Regione Emilia-Romagna Sabrina Freda, commentando il via libera del Cdm al nuovo testo per la revisione degli incentivi al settore fotovoltaico presentato dai ministri dello Sviluppo, Paolo Romani, e da quello dell’Ambiente, Stefania Prestigiacomo.

«Il decreto – ha aggiunto l’assessore Freda – non tutela i diritti acquisiti, non consente di programmare gli investimenti a causa di una troppo rapida diminuzione degli incentivi e l’introduzione di barocchi meccanismi burocratici per l’accesso ai finanziamenti. Così non si tutela l’ambiente ma nemmeno gli investitori, nazionali ed internazionali, che vogliono scommettere sulle energie rinnovabili e sulla sostenibilità ambientale».