• Articolo , 25 marzo 2008
  • Rinnovabili e buone pratiche per curare la febbre del Pianeta

  • Parte domani la nuova campagna di Legambiente contro il cambiamento climatico

Con il concerto di Youssou N’Dour prenderà ufficialmente il via, domani, “Stop The Fever” la nuova campagna di Legambiente per fermare i cambiamenti climatici, ridurre i consumi energetici, promuovere le fonti rinnovabili e abbattere le emissioni di CO2 in atmosfera. “Sfruttando le conoscenze tecnologiche e ripensando il nostro stile di vita possiamo fare molto per operare una conversione di civiltà e fermare la febbre del Pianeta. – dichiara Vittorio Cogliati Dezza, presidente di Legambiente – La rivoluzione che vogliamo sposa gli obiettivi stabiliti dall’Unione Europea: aumentare in dieci anni l’efficienza energetica del 20%, ridurre del 20% le emissioni di gas climalteranti, incrementare del 20% l’energia prodotta da fonti rinnovabili”. Per questo “Stop The Fever” è fatta innanzitutto di impegni volontari per la riduzione delle emissioni climalteranti, realizzando azioni concrete nelle scelte di vita, della propria comunità, del proprio comune o della propria impresa. Nel corso della campagna, Legambiente terrà traccia di tutte le azioni su www.stopthefever.org e ne misurerà la portata in termini di emissioni risparmiate al pianeta. Perché come ricorda lo stesso slogan, “effetto serra: la cura sei tu”.