• Articolo , 17 marzo 2009
  • Rinnovabili, Generazione distribuita e Testo Unico

  • Nella Penisola sono oltre 2.600 le centrali di piccole dimensioni che apportano il 4,3% dell’intera produzione lorda nazionale di energia elettrica

Generazione distribuita, piccola e microgenerazione. L’Autorità per l’energia elettrica e il gas effettua annualmente il monitoraggio dello sviluppo di tali impianti ed oggi pubblica il “Terzo Rapporto”:http://www.autorita.energia.it/docs/09/monitoraggio_generazione_06.pdf sull’evoluzione in riferimento all’anno 2006, utilizzando i dati forni da Terna. Il quadro generale, che non include peraltro la totalità degli impianti da rinnovabili di potenza fino a 20 kW, mette a fuoco 2.600 centrali di piccole dimensioni con una potenza installata totale di oltre 4.000 MW e una produzione annua di entità non trascurabile, pari al 4,3% dell’intera produzione lorda nazionale di energia elettrica.

“La produzione lorda di energia elettrica da impianti di generazione distribuita nel 2006, in Italia, è stata pari a 13,5 TWh (circa il 4,3% dell’intera produzione nazionale di energia elettrica), con un incremento, rispetto al 2005, di 0,4 TWh. A tale produzione corrispondono 2.631 impianti per una potenza efficiente lorda di 4.036 MW (circa il 4,4% della potenza efficiente lorda del totale parco impianti di generazione presente in Italia), di cui 1.754 sono impianti idroelettrici, per una potenza efficiente lorda di 2.051 MW (50,8%) ed una produzione lorda di 6,6 TWh (49,4%)”. Sono invece 769 i termoelettrici (29,2%) “per una potenza efficiente lorda di 1.675 MW (41,5%) ed una produzione di 6,4 TWh (47,2%); i restanti sono 94 impianti eolici (303 MW complessivi) e 14 impianti fotovoltaici (7 MW complessivi). Agli impianti fotovoltaici si devono aggiungere i 1.389 impianti entrati in esercizio nel 2006 in “conto energia”, per una potenza installata di 9 MW e una produzione incentivata di 2,1 MWh”.

Fa riflettere dunque che a livello di generazione distribuita più del 68% dell’energia prodotta sia di origine rinnovabile contro un corrispettivo del 18,7% nella produzione lorda totale del sistema elettrico nazionale. Il Rapporto approfondisce anche l’evoluzione del quadro regolatorio, l’esame di modelli energetici per il soddisfacimento dei fabbisogni termici e l’analisi dell’impatto della generazione distribuita sulle reti di distribuzione dell’energia elettrica. E’ di oggi anche la pubblicazione del “Testo Unico”:http://www.autorita.energia.it/elettricita/TUP.pdf, il documento, predisposto dalla Direzione Mercati che raccoglie le disposizioni adottate dall’Autorità inerenti la produzione di energia elettrica, con particolare riferimento alle fonti rinnovabili e alla cogenerazione ad alto rendimento, che ha come obiettivo quello di soddisfare esigenze di carattere conoscitivo ed esplicativo per quanti si trovino ad operare nell’ambito della produzione di energia elettrica.