• Articolo , 12 marzo 2010
  • Rinnovabili: il Consiglio Ue adotta le conclusioni del SET-Plan

  • Nella riunione presieduta José López Blanco, ministro dei Lavori pubblici della Spagna, i Ventisette dell’Energia hanno raggiunto un orientamento generale sulla Comunicazione della Commissione inerente allo Strategic Energy Technology Plan

(Rinnovabili.it) – I ministri europei dell’Energia, Trasporti, Telecomunicazioni hanno “adottato”:http://www.consilium.europa.eu//uedocs/cms_data/docs/pressdata/en/trans/113328.pdf oggi a Bruxelles le conclusioni della Comunicazione “Investing in the Development of Low Carbon Technologies (SET Plan)” della Commissione UE, mossa particolarmente attesa dal momento che contribuirà ad accelerare lo sviluppo e l’applicazione di tecnologie energetiche pulite, sostenibili ed efficienti.
Il SET Plan, ricordiamo, è quello strumento messo a punto dalla Ue per individuare le tecnologie a bassa emissione di carbonio di maggiore interesse per offrire ai Paesi membri le “traiettorie tecnologiche” con cui conseguire degli obiettivi comunitari, permettendo di valorizzare le risorse e le vocazioni di ciascun territorio.
Nella riunione odierna il Consiglio è risultato d’accordo ad invitare gli Stati membri e altre parti interessate ad avviare un approccio di partnership coerente all’interno del piano SET, che permetterebbe a tutti gli attori chiave di partecipare e a tutte le diverse fonti di finanziamento pubblico e privato d’essere coordinate ed impiegate in modo efficiente.
Esorta inoltre tutte le parti in causa a prendere in anticipo le misure necessarie per massimizzare la condivisione delle informazioni e la diffusione del know-how.
In maniera particolare chiede alla Commissione di istituire una piattaforma per coinvolgere le organizzazioni di finanziamento interessate per lo scambio di informazioni e delle best practies, così da migliorare il coordinamento con i principali partner strategici sia nel mondo sviluppato che in quello in via di sviluppo, nonché con le organizzazioni internazionali, come IEA e IRENA.