• Articolo , 8 ottobre 2008
  • Rinnovabili: in Norvegia gli investimenti statali fanno il bis

  • Oslo raddoppia il suo fondo nazionale di ricerca per l’energia rinnovabile a 20 miliardi di corone, circa 2,4 miliardi di euro

La notizia giunge dallo Scandinavian Renewable Energy Forum (Scan-REF), che si è tenuto nella città di Lillestrøm (Oslo) i primi giorni di ottobre. Alla sua prima edizione lo Scan-REF, patrocinato dal governo norvegese, si è posto l’obiettivo di creare nei Paesi Scandinavi un’occasione di incontro di portata mondiale per i maggiori esponenti e dirigenti del settore delle energie rinnovabili. Ad aprire la kermesse il primo ministro norvegese, Jens Stoltenberg che dalla cerimonia di apertura ha annunciato l’intenzione del Governo, per il 2009, di raddoppiare i finanziamenti erogati alle rinnovabili. I fondi statali passeranno così da circa1,2 miliardi di euro a 2,4 miliardi di euro. La Norvegia, uno trai principali esportatori di gas e petrolio, ottiene la maggior parte della sua energia elettrica da impianti idroelettrici. Lo stesso Stoltenberg ha sottolineato come il 60% del consumo totale di energia nel Paese provenga da fonti di energia rinnovabile, dato significativo sopratutto se si considera che la media europea è ancora dell’8,5%. Una politica vincente quella di questi ultimi anni che ha reso la Nazione, in materia di utilizzo di energia pulita, seconda solo all’Islanda.