• Articolo , 27 luglio 2009
  • Rinnovabili, le associazioni difendono il solare termodinamico

  • Numerose Associazioni facenti parte al settore delle rinnovabili e ambientalisti hanno polemizzato contro la mozione che prevede il taglio dei fondi al programma italiano sul solare termodinamico

(Rinnovabili.it) – Si discuterà domani in Senato la “mozione n. 1-00155”:http://www.rinnovabili.it/dalla-maggioranza-stop-al-solare-termodinamico-401846 relativa alla promozione dell’energia solare e già discussa in Senato il 14 luglio scorso, riportante il controverso stop al solare termodinamico.
In vista della consultazione si è sollevata la polemica di numerose Associazioni, tra le quali AIEL, ANEV, APER, ASSOLTERM, FEDERPERN, FIPER, GREENPEACE ITALIA, GSES, ISES ITALIA, ITABIA, KYOTO CLUB, LEGAMBIENTE e WWF ITALIA, che puntano ad un maggiore utilizzo delle fonti rinnovabili anche attraverso finanziamenti, cercando di scongiurare così i tagli ai fondi per questa tecnologia previsti dalla mozione.
In previsione, dunque, della prossima discussione a Palazzo Madama le Associazioni sono pronte a rendere note le proprie obiezioni ritendo che la mozione dichiari la volontà di bloccare lo sviluppo delle eco-energie e “stabilisce improponibili confronti fra nucleare e fonti rinnovabili che portano a proporre il taglio di fondi destinati allo sviluppo di una tecnologia basata sullo sfruttamento diretto dell’energia solare. Qualunque sia la posizione che si assume a proposito del nucleare, gli impegni assunti dall’Italia per il 2020, nel quadro del pacchetto UE clima/energia, impongono al nostro Paese una concentrazione di risorse quasi certamente superiore a quelle già allocate, per cui non è pensabile di potere diminuire queste ultime”, si legge nella lettera delle Associazioni ai Senatori ribadendo gli impegni presi per il 2020 relativi al pacchetto energia 20-20-20.