• Articolo , 23 settembre 2008
  • Rinnovabili: le nuove idee crescono trai banchi

  • Torna il progetto di ricerca a cura del Movimento Difesa del Cittadino e cofinanziato dal GSE, che verificherà quanto le scuole italiane siano attente al risparmio energetico e allo sviluppo delle nuove fonti di energia

Efficienza energetica, rinnovabili e scuola, cosa hanno in comune? Di sicuro il progetto “A scuola di risparmio energetico e sviluppo delle fonti rinnovabili. Le nuove idee crescono tra i banchi” realizzato dal Movimento Difesa del Cittadino (MDC) e dal Movimento Consumatori (MC), cofinanziato dal Gestore Servizi Elettrici. Dopo il grande successo dell’edizione passata l’iniziativa torna per il secondo anno, con un’indagine che coinvolgerà 150 scuole secondarie di primo grado italiane. Il progetto mira ad analizzare negli organi scolastici prescelti le azioni che sono state attuate per ridurre il consumo energetico dell’edificio scolastico, compresa la presenza o meno di fonti rinnovabili o di misure di riciclo dei rifiuti e le attività didattiche che i docenti potrebbero aver inserito nei programmi scolastici per educare i ragazzi al risparmio energetico ed eventuali progetti. I risultati verranno raccolti in dossier consultabile sul sito www.movimentoconsumatori.it. La novità di quest’anno l’introduzione di un concorso rivolto alle classi delle scuole secondarie di primo grado italiane dal titolo “Raccontami la tua energia”, per il quale gli alunni dovranno comporre, entro il 6 ottobre, un elaborato scritto sul tema dell’energia. “Dopo il successo della scorsa edizione – dichiara Antonio Longo, Presidente del Movimento Difesa del Cittadino – abbiamo voluto ripetere questa esperienza nelle scuole, coinvolgendo in prima persona gli alunni con un concorso rivolto direttamente a loro. Siamo convinti che educare i futuri consumatori di energia al risparmio e alla scelta del rinnovabile è una delle strade vincenti per garantire loro un domani rispettoso dell’ambiente”.