• Articolo , 14 settembre 2010
  • Rinnovabili: l’Europa sostiene l’Africa con un programma da 5 mln

  • I Commissari annunciano la presentazione del Renewable Energy Cooperation Programme. Il piano prevede il raggiungimeno di obiettivi fondamentali per la diffusione dell’accesso all’energia elettrica sul territorio africano

(Rinnovabili.it) – I Commissari europei Andris Pieblags e Gunther Oettinger lanceranno, insieme con l’Unione Africana, il *Renewable Energy Cooperation Programme* in occasione dell’High Level Meeting of the Africa-EU Energy Partnership (“AEEP”:http://www.aeep-conference.org/) di Vienna programmato per oggi e domani, dove annunceranno anche un contributo economico di 5 milioni di euro per l’avvio del meccanismo. Il piano è stato studiato per essere di stimolo al raggiungimento dei target rinnovabili a carico del continente africano, che punta al raggiungimento degli obiettivi legati allo sviluppo delle rinnovabili fissati al 2020, e sarà incentrato sul sostegno alle attività legati allo sviluppo e alla diffusione delle eco-energie su tutto il territorio.
Durante la conferenza, entrambi i Commissari presenteranno la roadmap sviluppata e gli obiettivi per l’Africa nei settori dell’accesso all’energia, della sicurezza energetica e della diffusione delle fonti rinnovabili entro il 2020. A tal proposito il Commissario Pieblags ha commentato: “Ad oggi 1,6 miliardi di persone in tutto il mondo non hanno accesso all’elettricità, la maggior parte di loro vivono in Africa centrale e in Asia meridionale. I piccoli sistemi energetici minano il potenziale di crescita in questi paesi dall’1 al 2%. Abbiamo bisogno di una fonte affidabile di energia elettrica per alimentarne lo sviluppo. L’Africa ha un vasto potenziale rinnovabile, che va dall’energia idroelettrica, all’energia solare, eolica, geotermica e da biomassa, che potrebbe essere utilizzato per garantire l’accesso all’elettricità a milioni di persone”. “L’evento di oggi – ha continuato Pieblags – è fondamentale per il partenariato tra l’UE e l’Africa verso la _rivoluzione rinnovabile_. Essa inoltre contribuirà agli sforzi dell’Africa per raggiungere gli obiettivi di sviluppo del millennio e assicurare la crescita futura a basse emissioni di carbonio”.
Alla base del Programma il raggiungimento di alcuni obiettivi base, tra cui la realizzazione di 10mila MW di impianti idroelettrici, almeno 5000 MW di eolico, 500 MW di energia solare e l’aumento dell’efficienza energetica e della sicurezza in tutti i settori. Della durata di un decennio il piano prevede inoltre il raddoppio della capacità di interconnessione elettrica transfrontaliera e il raddoppio dell’utilizzo del gas naturale incentivandone anche le esportazioni.