• Articolo , 24 novembre 2009
  • Rinnovabili, l’Ontario punta sul ‘Green Energy Act’

  • Grazie all’adozione della normativa per l’incremento della produzione di energia da fonte rinnovabile il governo canadese finanzerà i progetti verdi della provincia più popolosa

(Rinnovabili.it) – La provincia canadese dell’Ontario ha recentemente introdotto una nuova legge in materia di energia verde, denominata “Green Energy Act”:http://www.ontariogreenenergyact.ca/index.html, grazie al quale l’economia regionale potrebbe ottenere un nuovo impulso economico del valore di 4,5 miliardi di dollari. La norma opera su due obiettivi: rendere più facile la creazione di progetti di energia pulita e la diffusione di una cultura del risparmio in modo che le persone possono svolgere la loro vita quotidiana, utilizzando meno energia.
L’Hatch Management Consulting ha analizzato i business case dei produttori, dei gestori della rete e delle società di distribuzione locale per avere una panoramica completa in considerazione di investimenti nel settore delle rinnovabili che potrebbero derivare sulla scia della normativa energetica.
Grazie allo studio è stato possibile fornire dei suggerimenti volti a sbloccare la situazione economica promuovendo innanzitutto l’adozione di stili di vita concentrati sul risparmio energetico ma che corra in parallelo con l’impegno del mercato volto allo sviluppo e alla diffusione delle rinnovabili.
L’indagine ha anche rivelato ha rilevato alcuni ostacoli nel processo di conversione alle fonti non fossili mettendo in rilievo i problemi di integrazione alla rete di ritardi nelle autorizzazioni, che dovranno essere affrontati e risolti per facilitare la diffusione delle eco-energie.
A tal proposito il governo canadese ha promesso di semplificare gli iter di approvazione dei progetti con l’obbligo di effettuare diagnosi energetiche alle abitazioni in vendita e sviluppando un sistema di agevolazioni fiscali in grado di garantire prezzi accessibili ai consumatori concedendo ai titolari di progetti, tra cui Comuni, di recuperare parte del capitale impiegato: i progetti solari di grandi dimensioni riceveranno, dal 2011, un sussidio pari al 50% della spesa affrontata per la costruzione mentre i progetti eolici saranno finanziati per il 25%.