• Articolo , 17 giugno 2009
  • Rinnovabili, nuovi accordi di cooperazione tra Cina e Spagna

  • Firmata ieri l’intesa sino-spagnola per la realizzazione della fabbrica di silicio più grande al mondo e diversi protocolli d’intesa(MOU), tra aziende private e autorità cinesi in Spagna

(Rinnovabili.it) – Il primo è trai i paesi numero uno al mondo per lo sviluppo di eolico e solare, l’altro è in piena fase di sviluppo economico e punta a divenire la più grande potenza nel campo delle rinnovabili, soprattutto a livello di produzione tecnologica. Parliamo di Spagna e Cina che si sono incontrate ieri a Madrid per la firma di 6 accordi bilaterali in materia di commercio ed energie alternative, per un valore complessivo di 1360 milioni di euro. Alla cerimonia, presieduta dal ministro spagnolo dell’Industria, Miguel Sebastian, hanno preso parte il Ministro degli affari esteri e della cooperazione Miguel Angel Moratinos, e il segretario cinese della Commissione centrale per la disciplina di controllo del Partito Comunista, He Guoqiang.
La cooperazione sarà sviluppata attraverso il sostegno alle imprese nei rispettivi paesi per i progetti congiunti, consultazioni ed uno scambio di informazioni e dati in materia di energia. Tra gli accordi firmati Sebastiàn ha tenuto soprattutto a sottolineare il progetto di realizzare nella provincia del Sichuan quello che diverrà “il più grande impianto di produzione di silicio puro esistente al mondo”, e in termini economici anche il più grande investimento di Madrid in Cina.
In realtà l’incontro si colloca all’interno di una più ampia fase di accordi che i due Paesi stanno portando avanti da diversi mesi, ed è stata seguita attivamente dal comparto industriale spagnolo che nella giornata di ieri ha provveduto a stringere altrettanti Memorandum d’Intesa con le autorità di Pechino.