• Articolo , 16 settembre 2010
  • Rinnovabili per il Friuli Venezia Giulia

  • Le fonti di energia rinnovabile sono al centro dell’attenzione della Regione che snellirà le procedure per il rilascio delle autorizzazioni alla realizzazione di impianti geotermici, al fine di facilitarne la diffusione. Soprattutto degli impianti di nuova generazione, che pur fornendo calore derivato dalle falde acquifere del sottosuolo, escludono il prelievo di acque calde sotterranee. L’assessore […]

Le fonti di energia rinnovabile sono al centro dell’attenzione della Regione che snellirà le procedure per il rilascio delle autorizzazioni alla realizzazione di impianti geotermici, al fine di facilitarne la diffusione. Soprattutto degli impianti di nuova generazione, che pur fornendo calore derivato dalle falde acquifere del sottosuolo, escludono il prelievo di acque calde sotterranee. L’assessore regionale all’Ambiente Elio De Anna, intervenendo al convegno “Risorse Geotermiche: norme e prospettive di sviluppo”, svoltosi nella sede regionale di Udine e organizzato dall’Amministrazione regionale, ha assicurato che saranno predisposte norme adeguate alla nuova legislazione nazionale, che ha assegnato alle regioni le competenze in materia di energia, e allo sviluppo delle nuove tecnologie nelle fonti rinnovabili di energia. De Anna ha anche annunciato che 14 dei 23 progetti presentati dagli enti locali per l’accesso ai benefici dell’Agenda europea 2007/2013 saranno finanziati con la somma complessiva di 4 milioni di euro. Infine De Anna ha ricordato che nel contesto dello sport la Regione aveva indicato tra le priorità per ottenere i contributi sugli interventi nell’impiantistica tra il 2009 e il 2010, per un ammontare complessivo di 52 milioni di euro, la valorizzazione delle energie alternative tra le quali in questi anni si sta facendo strada la geotermia.