• Articolo , 9 marzo 2011
  • Rio 2012, una chance per umanità e ambiente

  • Gli Stati Membri dell’Onu hanno individuato tre obiettivi per il summit brasiliano: rinnovare l’impegno per lo sviluppo sostenibile, identificare i progressi e le lacune, e individuare le nuove sfide

(Rinnovabili.it) – Ne è pienamente convinto Sha Zukang, sottosegretario generale per gli affari economici e sociali dell’Onu: la Conferenza delle Nazioni Unite sullo sviluppo sostenibile che si terrà l’anno prossimo a Rio de Janeiro sarà un’occasione imperdibile per l’umanità di rafforzare l’impegno verso l’attuazione di un’economia verde che aiuti le persone ad uscire dalla povertà. “Non possiamo aspettare altri 20 anni. Il tempo di impegnarsi è a Rio 2012″, ha affermato Mr. Sha, che sarà anche il segretario generale della Conferenza brasiliana.
Rio 2012 si svolgerà a 20 anni dalla Conferenza ONU su ambiente e sviluppo, conosciuta anche come il *”Vertice della Terra”,* tenutasi nell’ex-capitale brasiliana e durante la quale i paesi partecipanti hanno adottato l’Agenda 21, un programma studiato per ripensare la crescita economica a livello mondiale, nazionale e locale, migliorando protezione e gestione gli ecosistemi.
Gli Stati Membri delle Nazioni Unite, attraverso una risoluzione dell’Assemblea generale, hanno ieri individuato i tre obiettivi cardine per il summit: rinnovare l’impegno per lo sviluppo sostenibile, identificare i progressi e le lacune, ed individuare le nuove sfide emergenti.
Sul tavolo di Rio 2012 saranno due i temi fondamentali che si svilupperanno quindi puntando agli obiettivi sopracitati, vale a dire la green economy e il quadro istituzionale dello sviluppo sostenibile.