• Articolo , 15 aprile 2010
  • Riscaldare con la legna peggiorerebbe l’aria?

  • Uno studio condotto dai ricercatori dell’Università Bicocca metterebbe in allerta sull’uso della legna come combustibile domestico, in grado di generare rischi per l’ambiente e la salute

(Rinnovabili.it) – Anche riscaldare la propria abitazione con la legna potrebbe essere dannoso: per la salute e per il clima. Ad avanzare questa ipotesi uno studio dell’Università di Milano Bicocca che sarà presentato tra una settimana a Padova, al “Sep”:http://www.seponline.it/, il salone internazionale delle Ecotecnologie.
Le emissioni industriali e il riscaldamento delle abitazioni sono le più importanti fonti di inquinamento delle città. Ma anche un combustibile pulito, come la legna, potrebbe rivelarsi molto dannoso. “Se da un lato questo combustibile é rinnovabile e nel bilancio della CO2 può essere considerato a impatto zero – ha spiegato Andrea Piazzalunga, ricercatore dell’Università Bicocca – dall’altro la sua combustione, con le tecnologie oggi più diffuse ha delle emissioni in atmosfera che non possono essere considerate trascurabili”.
La combustione della legna sarebbe, sempre secondo questa ricerca, potenzialmente dannosa anche per la salute dell’uomo: “sembra infatti essere una importante sorgente in atmosfera – ha spiegato Piazzalunga – di Idrocarburi policiclici aromatici (Ipa), composti che possono rappresentare un rischio per la salute umana”. I risultati della ricerca e le possibili soluzioni ad una questione come quella dell’inquinamento urbano che impensierisce amministratori e cittadini, saranno ufficialmente presentati per la 23esima edizione del Systems for environmental projects, che si terrà a Padova dal 21 al 24 aprile.