• Articolo , 30 maggio 2011
  • Risparmio di carburante: le e-car debuttano nel vademecum ministeriale

  • Eco consigli e la classifica dei modelli di autovetture con minori emissioni di CO2 per favorire la formazione di coscienza ecologica anche da parte degli acquirenti di auto

(Rinnovabili.it) – Forse non tutti sanno che l’Italia detiene il primato mondiale di auto private pro-capite – corrispondente a 1,66 persone per vettura nel 2009 – con *36.4 milioni di veicoli circolanti che percorrono circa 13000 km/anno* (il 26% in più della media UE). In questo contesto non appare difficile capire come il trasporto su strada rappresenti un settore critico per il raggiungimento degli obiettivi di Kyoto in quanto responsabile di una parte significativa del consumo totale di energia. Tra le iniziative messe in campo per aiutare i guidare a fare la propria parte nella riduzione delle emissioni del settore trasporti, i Ministeri dello Sviluppo dell’Ambiente e delle Infrastrutture e Trasporti redigono annualmente la *Guida al risparmio di carburante e alle emissioni di anidride carbonica delle automobili*.

Nella sua edizione 2011, disponibile in questi giorni on-line, il vademecum si aggiorna ed oltre all’indicazione dei consumi nei vari cicli – urbano, extraurbano e misto – e delle emissioni di tutti i modelli di automobile in vendita al 28 febbraio 2011, apre le porte anche ai primi modelli di auto a trazione completamente elettrica (per il momento cinque, ma si prevede un cospicuo aumento nell’anno in corso). La guida riporta una graduatoria dei modelli che emettono meno anidride carbonica, divisi per alimentazione a benzina (anche ibrida) o a gasolio, riservando una menzione speciale a quelli che ottengono gli stessi risultati mediante alimentazione “bifuel”, con utilizzo di GPL o metano.

Non mancano gli eco-consigli per consentire agli automobilisti di ridurre i consumi e le emissioni di CO2 del 10-15% migliorando anche la sicurezza sulla strada, a partire dalle 10 regole per una guida ecocompatibile:
1. Accelerare gradualmente
2. Inserire al più presto la marcia superiore
3. Mantenere una velocità moderata e il più possibile uniforme
4. Guidare in modo attento e morbido evitando brusche frenate e cambi di marcia inutili
5. Decelerare gradualmente rilasciando il pedale dell’acceleratore e tenendo la marcia innestata
6. Spegnere il motore quando si può, ma solo a veicolo fermo
7. Mantenere la pressione di gonfiaggio dei pneumatici entro i valori raccomandati
8. Rimuovere porta-sci o portapacchi subito dopo l’uso e trasportare nel bagagliaio solo gli oggetti indispensabili mantenendo il veicolo, per quanto possibile, nel proprio stato originale
9. Utilizzare i dispositivi elettrici solo per il tempo necessario
10. Limitare l’uso del climatizzatore