• Articolo , 27 gennaio 2009
  • Risparmio energetico: 15 progetti con Eco Azione e un piano per tutto il comune di scandicci

  • In tre mesi 70 cittadini si sono rivolti allo sportello per avere informazioni sul risparmio energetico e consulenze finalizzate alla progettazione di impianti fotovoltaici, solari termici o altre tecnologie alternative

Firenze – 27 gennaio 2009

Sono stati 70 gli utenti tra cittadini, imprese e istituzioni che nei primi tre mesi di servizio si sono rivolti allo sportello Eco Azione di piazza Togliatti, per avere informazioni sul risparmio energetico; in quindici casi al primo incontro sono seguiti contatti con tecnici e consulenze finalizzate alla progettazione di impianti fotovoltaici, di solare termico o di altre tecnologie alternative a basso consumo .
Il Comune intanto ha rinnovato per il 2009 la convenzione con Eco Azione, che è aperto presso il Gingerzone di piazza Togliatti tutti i martedì e i giovedì dalle 15 alle 19 ed è promosso dal Comune di Scandicci e dalla Regione Toscana su progetto della cooperativa L’isola di Arturo e degli Amici della Terra, in collaborazione con Eticamente e Il Villaggio dei popoli.
Allo sportello, che all’Amministrazione costa 21.600 euro iva inclusa all’anno, è possibile chiedere informazioni su pannelli solari, isolamenti termici, finanziamenti e incentivi per rendere la casa o l’ambiente di lavoro energeticamente efficienti, ed informarsi su tutto ciò che riguarda le ultime tecnologie e opportunità riguardo al risparmio energetico, al rispetto dell’ambiente e al consumo consapevole.
Intanto l’Amministrazione comunale ha affidato l’incarico di redigere il Piano energetico comunale, previsto per i Comuni con oltre 40 mila abitanti, all’Agenzia fiorentina per l’Energia, alla quale partecipa anche il Comune di Scandicci. “Con lo studio saranno stimati i consumi complessivi di energia nel territorio di Scandicci – spiega l’assessore all’Ambiente Fabrizio Signorini – comprendenti i carburanti per i veicoli, i combustibili per il riscaldamento, l’elettricità nelle abitazioni, nelle aziende e negli edifici pubblici; nella parte successiva, per noi più importante, il Piano proporrà tutte le azioni possibili per abbassare i consumi ad ogni livello, tenendo conto anche delle soluzioni tecnologiche di ultima generazione”. Il Piano energetico comunale di Scandicci costerà 42 mila euro. Sempre l’Agenzia fiorentina per l’Energia, con il patrocinio del Comune di Scandicci, organizza per il 26 marzo alle 21 al Gingerzone di piazza Togliatti un incontro pubblico sul modello CasaClima e sul sistema di certificazione energetica degli edifici, che è disponibile da dicembre 2008 in tutta la provincia di Firenze.