• Articolo , 3 aprile 2008
  • Risparmio energetico, il futuro dictat dell’industria elettronica

  • Un gruppo di lavoro congiunto per dare un taglio ai consumi energetici dei computer entro i prossimi 3 anni

Energy Star è un noto programma governativo americano che promuove il risparmio energetico migliorando l’efficienza dei prodotti di consumo. Creato nel 1992 dalla Environmental Protection Agency, per ridurre il consumo energetico e la produzione di gas serra da parte delle centrali elettriche, rafforza ora la propria efficacia tramite un accordo con la Climate Savers Computing Initiative, un’associazione di cui fanno parte Microsoft, Google, Intel, Ibm e altri importanti gruppi del settore IT, che ha come obiettivo la riduzione del 50% del consumo energetico dei computer entro il 2010. L’obiettivo di questa intesa è quello di sviluppare nuovi e più efficienti standard per l’industria elettronica. Di fatto, nel corso dei prossimi tre anni, le due associazioni daranno vita a un gruppo di lavoro comune impegnato a guidare l’industria verso la realizzazione di dispositivi a ridotto consumo energetico.