• Articolo , 17 giugno 2008
  • Ritorna Ecofest, la festa dell’ambiente

  • La formula della festa per dare spazio a momenti di riflessione, dibattito e svago, tutti a sfondo ambientale

Torna a Villa Borghese per il secondo anno “Ecofest”, l’evento promosso dall’Assessorato all’Ambiente e Cooperazione tra i popoli della Regione Lazio e da Sviluppo Lazio, al fine di promuovere un confronto e una riflessione tra istituzioni, imprese, organizzazioni, ricerca e cittadini sulle tematiche ambientali. Oggi la conferenza stampa di presentazione, presso la sede della Regione Lazio, alla quale partecipano l’Assessore regionale all’Ambiente e Cooperazione tra i popoli Filiberto Zaratti e il direttore generale di Sviluppo Lazio Gianluca Lo Presti, insieme alla cantante Irene Grandi, madrina della festa, che parteciperà all’Ecofest con un concerto il 20 giugno. Anche questa seconda edizione, che si svolgerà il 20, 21 e 22 giugno, intende aiutare il cittadino a rendersi davvero protagonista di un cambiamento positivo per il futuro del nostro Pianeta, attraverso una serie di convegni, laboratori didattici, uno spazio espositivo, unitamente a spettacoli e concerti, per approfondire tre temi prioritari:
• I nuovi valori della quotidianità, la Casa Ecologica e i consumi sostenibili;
• L’impresa può essere ecologica: il mondo delle aziende davanti alle sfide ambientali e all’innovazione;
• Risorse idriche, suolo e biodiversità: le sfide del terzo millennio. Buone pratiche e tecniche innovative per la difesa dell’ambiente.
Sarà allestito un Villaggio ecologico a zero emissioni con stand che ospiteranno oltre 100 aziende del settore ambientale e biologico per presentare le iniziative che già utilizzano modelli sostenibili, di consumo, di produzione, finanza e commercio, di relazioni e reti sociali; tutte le idee che possono salvaguardare l’ambiente e tutelare i diritti delle persone e dei popoli. Verranno inoltre distribuiti gratuitamente i detersivi alla spina e sarà offerta la possibilità di effettuare test drive su percorsi cittadini misti di circa 4 km, con prototipi a basse emissioni e veicoli ecologici forniti dalle case automobilistiche all’avanguardia nell’applicazione e nello sfruttamento delle nuove tecnologie legate alla mobilità “pulita”.