• Articolo , 29 settembre 2009
  • Roma, città ecosostenibile con il ‘Piano Alemanno’

  • Sblocco del traffico nella capitale: Alemanno e la sua giunta inviano ai municipi la proposta per una mobilità sostenibile. Tra le linee guida, incentivo del mezzo pubblico, pedonalizzazione del centro storico, car e bike-sharing

(Rinnovabili.it) – Lo strumento di pianificazione comunale per il traffico urbano, più comunemente detto “Piano Generale del traffico Urbano”, istituito inizialmente nel 1999 e successivamente ripropost nei vari aggiornamenti, è stato ulteriormente rivisitato dal Sindaco di Roma Alemanno e dalla sua giunta, nella versione più aggiornata del “Piano strategico per la mobilità sostenibile”:http://www.comune.roma.it/was/wps/portal/!ut/p/_s.7_0_A/7_0_21L?menuPage=/Area_di_navigazione/Sezioni_del_portale/Dipartimenti_e_altri_uffici/Dipartimento_XVII/Tempi_e_Orari_della_Citt-13-/Mobilita%27_sostenibile/.
Una rivoluzione sostanziale che guarda a risolvere le problematiche relative al traffico, non solo attraverso l’invito rivolto ai cittadini di utilizzare maggiormente il trasporto pubblico, non solo occupandosi di tutelare il centro storico tramite le iniziative di car-sharing, ma anche indicando percorsi alternativi per evitare gli ingorghi di cui Roma è protagonista nel quotidiano.
Tutto questo però, può avere seguito ed essere concretizzato solo con tecnologie avanzate e strumenti mirati.
“Manterremo il sistema delle ZTL e stiamo pensando ad alcune formule premiali per il trasporto merci, favorendo chi investe in tecnologie meno inquinanti”, ha sostenuto l’assessore alla Mobilità Sergio Marchi, esplicitando anche la seria intenzione di applicare sistemi digitalizzati per favorire le persone disabili.
Nel Piano, c’è in programma l’attuazione di un sistema a “Cinque Anelli” che sarà in grado di decongestionare l’accumulo del traffico cittadino nelle cinque zone corrispondenti, tipicamente colpite dai rallentamenti.
Una “rivoluzione” nella concezione del trasporto pubblico, affiancato dal prolungamento del tratto della metropolitana, saranno ulteriori misure di adattamento ad un nuovo modo di spostarsi dentro e fuori la città.
Approvate dalla Giunta capitolina, e presentate in Campidoglio, le linee d’indirizzo del Piano saranno ora discusse con i Municipi, la Provincia, la Regione, il Ministero delle Infrastrutture, le associazioni di categoria e i cittadini.