• Articolo , 18 giugno 2007
  • Roma, un futuro sostenibile: dagli accordi con la Fondazione Clinton a La Sapienza con le nuove professionalità per l’ambiente

  • Oggi a Roma, mentre il Comune e la fondazione Clinton si accordano per riqualificare l’edilizia capitolina, la realtà universitaria attesta l’alta professionalità proprio nel campo dell’efficienza energetica negli edifici

Si è svolta oggi nella Sala del Carroccio in Campidoglio, la cerimonia di consegna degli attestati di partecipazione al Corso di Alta Formazione in Efficienza Energetica degli edifici dell’Università “La Sapienza”, patrocinato dall’Assessorato alle Politiche Ambientali ed Agricole, e dei Lavori Pubblici del Comune. Il corso, diretto dal Prof. Vincenzo Naso, docente ordinario di Sistemi Energetici e coordinato dall’architetto Mauro Spagnolo, ha contribuito a qualificare nuove figure professionali, sviluppando competenze specifiche rivolte sia alla riduzione delle emissioni inquinanti attraverso l’uso di fonti energetiche rinnovabili, sia a promuovere l’efficienza energetica nel comparto edilizio-urbanistico della città. Nel corso dell’introduzione, l’Architetto Spagnolo, ha ringraziato tutti coloro che hanno contribuito alla buona realizzazione del corso: i partecipanti, gli oltre cinquanta docenti, i tutor e l’Architetto Giulia Rocchegiani, che ha avuto un ruolo essenziale durante questo percorso formativo. Importante la presenza dell’Assessore ai lavori Pubblici, Giancarlo D’Alessandro e dell’Assessore all’Ambiente Dario Esposito, che nel complimentarsi della riuscita iniziativa, hanno ribadito come il Comune di Roma abbia attuato, a partire dal 1993, numerosi interventi. È stata citata la conversione a gas metano di quasi tutti gli impianti installati negli edifici comunali (il 95%, con sviluppo di 550 MW di potenza impegnata) e l’obbligatorietà, nel regolamento edilizio per rilasciare il permesso a costruire nuovi edifici, dell’inserimento del 30% di fabbisogno energetico da fonti rinnovabili, e un 50% dall’utilizzo di collettori solari per la produzione di acqua calda sanitaria.
“Bisogna tutelare gli interessi della collettività e non degli iscritti agli ordini professionali”, è quanto è stato ribadito dal Presidente dell’ Ordine degli Architetti di Roma, Amedeo Schiattarella, che ha poi aggiunto: “la formazione e lo sviluppo delle professionalità vanno continuamente sostenuti ed attuati per migliorare la qualità dei nostri progetti”.
Il Direttore Tecnico del GSE, Gerardo Montanino, nel suo intervento, ha illustrato la politica di incentivi del nuovo Conto Energia, sottolineando quanto è stato già fatto e quali sono i progetti a breve termine: installare 1200 MW di impianti in esercizio entro i primi quattordici mesi, a partire dall’inizio del 2007. Non meno importante sarà l’aumento degli incentivi. Infatti, qualora a seguito dell’installazione di impianti fotovoltaici, intervenendo sull’involucro si produca un risparmio energetico che raggiunga almeno il 20%, ci sarà la possibilità nell’anno solare successivo di vederli incrementare.
Nell’ultimo intervento il Presidente dell’ANCE (Associazione Nazionale Costruttori Edili) Paolo Buzzetti ha dichiarato: “miriamo a dimezzare l’attuale standard di fabbisogno energetico di un edificio, dagli attuali 160 KWh a/mq a 80 KWh a/mq, ma per fare questo dobbiamo intervenire su un patrimonio edilizio esistente, l’80% del quale è stato costruito fino al 1980. Per il nuovo occorre creare delle condizioni per garantire una continuità progettuale, basata sulla sostenibilità di tutte le fasi, da quella preliminare fino a quella di realizzazione”.
_Antonio Mori_ (Rinnovabili.it)

Venerdì 15/06/07

L’Università di Roma “La Sapienza”, attraverso l’istituzione di un Corso di Alta Formazione su *”L’Efficienza energetica negli edifici”*, contribuisce a qualificare l’offerta professionale sul mercato del lavoro per quanto riguarda le professionalità che rientrano nell’ambito dell’efficienza energetica integrata negli edifici.
E così facendo, La Sapienza dimostra di essere all’altezza delle più innovative richieste del mercato del lavoro, pronta per l’oggi, ma ancora di più per il futuro, quando saranno sempre più ricercate le competenze specifiche che riguardino, sia la lotta all’inquinamento che l’efficienza energetica integrata nel comparto urbanistico. Questo corso di Alta Formazione, diretto dal professore Vincenzo Naso e coordianto dall’architetto Mauro Spagnolo, giunto alla sua conclusione, ha organizzato per lunedì 18 giugno alla Sala del Carroccio in Campidoglio, un evento cui saranno presenti, tra gli altri, gli assessori Esposito e D’Alessandro, rispettivamente all’Ambiente e ai Lavori Pubblici. La capitale in questi giorni è entrata nel vivo delle problematiche sollevate a Kyoto, grazie anche ad un accordo che per il Comune ha portato avanti l’assessore all’Ambiente Esposito in collaborazione con la Fondazione Clinton che si è dimostrata disponibile, non solo ad aprire una sede a Roma, ma a finanziare la riqualificazione degli edifici comunali.
Con al suo attivo questo risultato, Esposito sarà, lunedì 18 giugno, alla Sala del Carroccio, insieme al collega D’Alessandro, Assessore ai Lavori Pubblici, per presenziare la consegna degli attestati del succitato Corso di Alta Formazione.
La presenza di due assessori così importanti per la politica ambientale della città, testimonia come l’attenzione delle istituzioni possa sottolineare momenti qualificanti come quello della formazione di profili professionali indispensabili per il futuro. (fonte Rinnovabili.it)