• Articolo , 20 novembre 2008
  • Ronchi: perchè l’opposizione non appoggia il governo sulla questione clima?

  • Il ministro per le Politiche europee si domanda perchè l’opposizione non appoggi in sede europea la politica del governo sul pacchetto clima-ambiente, auspicando una opposizione allineata alle scelte ambientali del governo Berlusconi

Il ministro per le Politiche europee, Andrea Ronchi, vorrebbe che l’opposizione condividesse la posizione del governo nel confronto in sede europea sul ‘Pacchetto Clima-Energia’.
Afferma proprio così il ministro dalle colonne de “Il Sole 24 Ore”, ripetendo che “tanto la difesa dell’ambiente, quanto la tutela degli interessi italiani non possono essere relegati nelle categorie della destra e della sinistra”.
Sostiene inoltre: “Il governo ritiene la difesa dell’ambiente un dovere morale e politico… Questo, però, non vuol dire accettare supinamente un pacchetto ‘chiuso’, negoziato da altri (_il precedente governo n.d.r_), senza verificarne attentamente la ricaduta che esso avrebbe sul nostro sistema industriale e sulle bollette dei nostri consumatori”.
Poi insiste ancora sulla tesi che “il costo a carico dell’Italia sarebbe del 40 per cento più alto di quello medio europeo” e si lamenta che “tranne interventi isolati di alcuni esponenti riformisti del Partito democratico”, a suo modo di vedere, non esiste un reale sostegno dell’opposizione “all’azione del governo” che in sede di commissione UE “è clamorosamente mancato”.