• Articolo , 11 giugno 2010
  • RWE e E.On, insieme più inquinanti della Scandinavia

  • Carbon Market Data, ha pubblicato la classifica delle società incluse nell’ETS dell’Unione europea per l’anno 2009

(Rinnovabili.it) – Chi sono i più grandi emettitori di gas serra in Europa facenti parte del sistema comunitario di scambio delle emissioni? Secondo l’analisi di “Carbon Market Data”:http://www.carbonmarketdata.com/cmd/publications/EU%20ETS%202009%20Company%20Rankings%20-%20June%202010.pdf, compagnia di ricerche di mercato, in cima alla classifica ci sarebbero le utility tedesche RWE e E.On. Lo scorso anno, le centrali elettriche di proprietà, anche partecipata, delle due società hanno rilasciato in atmosfera ben 235 milioni di tonnellate di biossido di carbonio, un quantitativo maggiore addirittura di tutta la CO2 emessa nel 2009 dalla Scandinavia.
Il vero primato va alla RWE, in patria il più grande produttore energetico, responsabile di 141 milioni di tonnellate di biossido di carbonio, anche se va precisato che si tratta di 5 milioni al di sotto dei livelli del 2008.
E.ON ha emesso 94 milioni di tonnellate, (14 milioni in meno rispetto all’anno precedente) mentre è la svedese Vattenfall ha occupare il terzo posto della classifica di Carbon Market Data con i suoi 91 milioni di tonnellate.
Non sorprende dunque che le tre società risultino essere anche coloro che nel 2009 hanno avanzato la più grande insufficienza di crediti di carbonio sul mercato ETS. Solo RWE ha ricevuto 89 milioni i permessi gratuiti, i così detti EU Allowances, dovendo acquistare un ulteriore 52 milioni di crediti.