• Articolo , 8 febbraio 2011
  • S.A.G. Solarstrom AG: mantiene 1,45 MWp dei progetti pugliesi

  • S.A.G. Solarstrom AG ha concluso la vendita delle due società di progetto Energia Rinnovabile Srl (4,995 MWp) e Energy Power S.r.l. (4,7,064 mila MWp) in Puglia, Italia, nei tempi previsti. L’investitore giapponese Sumitomo Corporation ha acquisito l’85% dei progetti delle due società. S.A.G. Solarstrom AG riceverà liquidi e mezzi equivalenti per un importo pari a […]

S.A.G. Solarstrom AG ha concluso la vendita delle due società di progetto Energia Rinnovabile Srl (4,995 MWp) e Energy Power S.r.l. (4,7,064 mila MWp) in Puglia, Italia, nei tempi previsti. L’investitore giapponese Sumitomo Corporation ha acquisito l’85% dei progetti delle due società. S.A.G. Solarstrom AG riceverà liquidi e mezzi equivalenti per un importo pari a 41.000.000 di euro entro il primo trimestre del 2011. Entrambi i progetti sono stati completati alla fine del 2010 e sono già stati iscritti nel bilancio del 2009 e il 2010 in relazione al progresso della costruzione. S.A.G. Solarstrom AG sta espandendo il proprio portafoglio con una partecipazione di minoranza del 15% ai progetti, che corrisponde a circa 1,45 MWp. Questo aumenta il portafoglio di S.A.G. Solarstrom AG a 20 MWp.

“La Puglia ha un irraggiamento solare specifico di 1.460 kWh / kWp. Entrambi i progetti beneficiano delle feed-in tariff, esibendo un’ottima performance globale. Abbiamo quindi deciso di mantenere il 15% dei progetto delle due società”, afferma il Dr. Karl Kuhlmann, amministratore delegato di SAG Solarstrom AG.

La cessione dei progetto alla Sumitomo Corporation è stata completata nei tempi previsti. Dal prezzo di acquisto di circa 42 milioni di euro, il cui pagamento è stato oggetto di relazione da un esperto di finale e di prove di prestazioni, SAG Solarstrom AG riceverà 41.000.000 di euro in cassa ed equivalenti di cassa entro il primo trimestre del 2011. I due progetti sono stati già registrati nel bilancio del 2009 e il 2010 in relazione al progresso della costruzione.

“Siamo lieti che la perizia finale ha riconosciuto la qualità dei progetti e di aver concluso con successo la vendita dei progetti”, dice Kuhlmann. “Possiamo ora utilizzare questi fondi per portare avanti il nostro grande progetto di 48 MWp nella regione Veneto, come previsto, ma allo stesso tempo, ci siamo assicurati una parte di questi progetti, molto interessanti per il nostro portafoglio di produzione elettriche. Vogliamo continuare ad espandere questo portafoglio nel corso dei prossimi anni “.