• Articolo , 25 settembre 2008
  • Sacconi critica intervento di Ronchi

  • Il presidente della Commissione del Parlamento europeo sul cambiamento climatico contro le dichiarazioni di Ronchi a Bruxelles

“Il ministro Andrea Ronchi dovrebbe riflettere sull’utilità di una lotta alzo zero contro la riduzione delle emissioni di gas effetto serra”. Questa è la dichiarazione di Guido Sacconi, presidente della Commissione temporanea del Parlamento europeo sul cambiamento climatico. Sacconi non è stato tenero nei confronti delle richieste di Ronchi, relative alla modifica di tempi e modi per gli impegni già firmati dall’Italia sulla lotta alla riduzione delle emissioni di CO2.
“Dietro c’è un discorso più grave – ha ribadito Sacconi, a margine della conferenza stampa sul regolamento UE per la riduzione delle emissioni delle auto – che non si vuol capire in Italia: il pacchetto sul clima è un’opportunità e non limite per l’industria italiana”.
Sacconi aveva ricordato a più riprese come gli impegni assunti a livello europeo (20% in meno di emissioni, 20% di energia da fonti rinnovabili e 20% di risparmio energetico, il tutto entro il 2020) siano un’esigenza irrinunciabile per tutta l’Europa che deve assolutamente modificare il proprio modello di sviluppo, orientandosi sull’innovazione e sul rinnovamento del settore industriale.