• Articolo , 20 luglio 2009
  • Samsung: 4,3 mld di dollari in ricerca e sviluppo “verde”

  • Samsung Electronics ha annunciato che investirà 4,3 miliardi di dollari in ricerca e sviluppo eco-compatibili e attrezzature che rendano il principale produttore di chip di memoria una società “verde” entro il 2013. Della cifra totale, circa due miliardi e mezzo di dollari saranno spesi in prodotti che creino il minor danno possibile all’ambiente. Il denaro […]

Samsung Electronics ha annunciato che investirà 4,3 miliardi di dollari in ricerca e sviluppo eco-compatibili e attrezzature che rendano il principale produttore di chip di memoria una società “verde” entro il 2013.
Della cifra totale, circa due miliardi e mezzo di dollari saranno spesi in prodotti che creino il minor danno possibile all’ambiente. Il denaro rimanente sarà invece concentrato sullo sviluppo di tecnologie a risparmio energetico e per migliorare la eco-compatibilità delle attrezzature manifatturiere. Lo ha confermato la stessa azienda in un comunicato.
Samsung non ha svelato come abbia intenzione di finanziare le iniziative ma, alla fine di marzo, disponeva di circa 4 miliardi e 100 milioni di dollari.
“Questa gestione ambientalista abbraccerà tutte le operazioni dell’azienda, la catena di fornitura e il tutto il ciclo di vita dei prodotti Samsung. Con questa strategia, noi vogliamo diventare un’azienda leader nel contrasto ai problemi ambientali che stanno colpendo il nostro pianeta”, ha detto l’amministratore delegato di Samsung Yoon-woo Lee.
Il piano dell’azienda sudcoreana comprende la riduzione delle emissioni di gas serra delle attrezzature manifatturiere del 50%, tagliando così tutte le emissioni indirette di gas serra, da tutti i prodotti Samsung, di 84 milioni di tonnellate entro il 2013.
La strategia prevede anche che tutti i prodotti siano eco-compatibili, attraverso l’utilizzo di misure che ne aumentino l’efficienza da un punto di vista energetico, per esempio riducendo il consumo di energia mentre il prodotto è in stand-by.
I reparti che si occupano di chip e Lcd, principali fonti di emissioni di gas serra, investiranno cifre “significative” per ridurre l’inquinamento, secondo quanto fa sapere l’azienda. _(Cho Meeyoung and Rhee So-eui)_