• Articolo , 16 settembre 2009
  • San Marino accelera verso Copenhagen

  • La Repubblica presenta alla stampa un documento di valutazione sui cambiamenti climatici

(Rinnovabili.it) – Fra tre mesi Copenhagen richiamerà all’attenti paesi europei e non, per convogliare gli sforzi da mettere in pratica nell’immediato, e procedere nel disegno di un pianeta migliore.
Le realtà che guardano a questo importante appuntamento sono anche molto più piccole di quanto si possa credere.
La Repubblica di San Marino, con l’obiettivo di sostenere il programma del protocollo di Kyoto, ha presentato in data odierna la Comunicazione Nazionale alla Convenzione Quadro delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici.
Si tratta di una dichiarazione, che viene redatta nella piccola repubblica, grazie ad un team di lavoro istituito nel 2007 che unisce centri di ricerca e università; si occupa di raccoglie i dati relativi alla produzione di gas serra, indica rapporti rilevanti sulla situazione ambientale e sui metodi da poter adottare per mitigare gli effetti negativi dei cambiamenti climatici.
Ha una cadenza periodica di pubblicazione stabilita dalla Convenzione Quadro stessa e a cui San Marino ha aderito fin dalla sua entrata in vigore nel 1994.
Nello specifico, pur rappresentando un’esigua realtà territoriale e pur non essendo, se la si considera nel suo complesso, essa stessa una grande “inquinatrice”, si registrano invece nella repubblica percentuali di emissioni significative se si prende in considerazione la produzione pro-capite. Questo per evidenziare, come ha anche specificato il Segretario di Stato al Territorio Gian Carlo Venturini, “la volontà di contribuire, pur con i limiti imposti dalle sue dimensioni, ad arginare un problema globale che interessa l’intera umanità”.