• Articolo , 22 maggio 2007
  • Sarkozy: per la Francia l’ecologia è tra le priorità

  • Dopo una campagna elettorale che lo ha visto vincente e nella quale non si è parlato molto di clima, Nicolas Sarkozy si fa promotore di cambiamenti per rendere la Francia il “motore internazionale” nella lotta al riscaldamento globale

Nicolas Sarkozy, dopo una campagna presidenziale basata sui temi del lavoro, della sicurezza e del merito, una volta eletto, ha aggiunto una nuova priorità. Il presidente ha infatti deciso di essere in prima linea nella battaglia al riscaldamento del pianeta nominando l’ex premier Alain Juppé superministro dello Sviluppo sostenibile per Ecologia, Energia e Trasporti e invitando all’Eliseo nove organizzazioni ambientaliste, il tutto per lanciare gli Stati generali dell’ambiente che sono previsti per settembre. Per Sarkozy, che è noto per essere un uomo d’azione, “l’ambiente non è una minaccia ma al contrario una formidabile opportunità per la Francia, che deve esserne il motore internazionale”. Le legislative del 10 e 17 giugno sono oggi al primo giorno di campagna elettorale, eppure Sarkozy, invadendo le competenze della parte avversa, ha ricevuto all’Eliseo il presidente del parlamento europeo Hans-Gert Poettering al quale ha dichiarato che bisogna “fare presto” per raggiungere l’accordo tra i 27 Paesi membri su un progetto di trattato costituzionale semplificato. (fonte corriere.com)