• Articolo , 4 settembre 2009
  • Savona investe nelle biomasse

  • Massimino, il più piccolo comune della Provincia di Savona, è pronto ad ospitare una centrale a biomasse vegetali. Il progetto presentato nei mesi scorsi alla società Artemide Energia di Milano arriverà in confernza dei servizi il prossimo sette di ottobre. L’impianto, alimentato a biomasse vegetali, della potenza di 600 Kw, si basa sulla cogenerazione, ovvero […]

Massimino, il più piccolo comune della Provincia di Savona, è pronto ad ospitare una centrale a biomasse vegetali. Il progetto presentato nei mesi scorsi alla società Artemide Energia di Milano arriverà in confernza dei servizi il prossimo sette di ottobre. L’impianto, alimentato a biomasse vegetali, della potenza di 600 Kw, si basa sulla cogenerazione, ovvero la presenza di un motore a combustione in grado di generare corrente elettrica e produrre calore allo stesso tempo. In questo modo sarà possibile produrre energia elettrica più a basso costo con un beneficio ambientale per la minor emissione di anidride carbonica in atmosfera. Si parla di una riduzione del 30-40% della quantità di combustibile necessario per l’alimentazione.