• Articolo , 1 aprile 2009
  • Savona: un impianto eolico anche a Naso di Gatto

  • Fera Srl, Fabbrica Energie Rinnovabili Alternative, intende realizzare un nuovo parco eolico nel territorio comunale di Savona, sulle alture di Naso di Gatto, al confine con il Comune di Cairo Montenotte. Un colpo di acceleratore è giunto con la convocazione di una prima conferenza dei servizi, in sede referente, fissata per giovedì 9 aprile in […]

Fera Srl, Fabbrica Energie Rinnovabili Alternative, intende realizzare un nuovo parco eolico nel territorio comunale di Savona, sulle alture di Naso di Gatto, al confine con il Comune di Cairo Montenotte. Un colpo di acceleratore è giunto con la convocazione di una prima conferenza dei servizi, in sede referente, fissata per giovedì 9 aprile in Provincia.
L’iniziativa fa parte di un programma ad ampio raggio, ma meno invasivo, che la società ha in corso a livello regionale, in armonia con la nuova normativa che promuove lo sviluppo degli impianti di generazione, ma limitandone la concentrazione territoriale. Molti aerogeneratori, quindi, però molto diluiti lungo i crinali delle colline liguri. Un metodo di lavoro che Fera ha iniziato ad applicare nel sito di Cairo Montenotte dove, dopo che la Regione aveva bocciato un progetto che prevedeva la costruzione di 13 torri eoliche, ne sono state insediate solo 6 che tuttavia, con una potenza nominale complessiva di 5,1 megawatt rappresentano il più grande parco generatore della Liguria.
Con un funzionamento stimato in 2.600 ore/anno, si prevede possano produrre 10.800 megawattora, ovvero quasi tutti i consumi civili della comunità cairese (13.500 abitanti). Il parco di Cairo, proposto per un premio nazionale ambientale, è stato completato in queste settimane. Nel corso di Energethica, il salone dell’energia rinnovabile e sostenibile che si è svolto ad inizio marzo a Genova, ne è stata annunciata l’inaugurazione entro il mese di aprile, contestualmente all’avvio degli impianti eolici che la stessa Fera ha realizzato nel Comune di Pontinvrea, in località Ghingherini (quattro torri per 3,2 megawatt di potenza nominale).