• Articolo , 12 maggio 2008
  • Scajola: energia? Fino ad un 50% da nucleare

  • Dice che senza un piano energetico per il Paese, si spengono le luci e poi aggiunge che “La richiesta di energia aumenta, così come il costo del petrolio”

“La richiesta di energia aumenta, così come il costo del petrolio. La nostra é una dipendenza esclusiva dal petrolio e dal gas, che ci porta a dipendere in maniera esclusiva dagli altri Paesi – ha dichiarato ieri Scajola – Dobbiamo raggiungere una maggiore indipendenza energetica ed avere dei costi energetici inferiori. Con dei costi alti, non solo si danneggiano le famiglie, ma il sistema impresa non può competere. In Italia l’energia costa il 30% in più che negli altri Paesi europei – ha ricordato poi – Dobbiamo coniugare la salvaguardia dell’ambiente e cioè le emissioni nell’atmosfera, con la necessità di produrre più energia. Mix energetico vuol dire avere un nucleare sicuro che possa produrre il 30, 40 o 50% dell’energia elettrica che sommata a uno sviluppo tecnologico delle energie alternative, penso all’eolico e al solare, insieme al tradizionale elemento fossile, il petrolio, il gas e il carbone pulito, possa permettere di avere prezzi più bassi di energia. L’alternativa é quella di non avere certezza di approvvigionamento energetico e il che significa per un Paese avviarsi al declino”.