• Articolo , 24 settembre 2009
  • Scajola firma un progetto di teleriscaldamento da 52 mln

  • Il progetto di teleriscaldamento di 72 serre in vasca permetterà un risparmio economico del 30% e garantirà circa 140 nuovi posti di lavoro

(Rinnovabili.it) – La centrale elettrica di Candela (Foggia), fornirà l’energia termica necessaria a riscaldare le 72 serre destinate alla coltivazione di piante ornamentali.
Il progetto, il più grande in Europa nel suo genere, è reso possibile grazie alla firma del ministro dello Sviluppo Economico, Claudio Scajola, e dei rappresentati della società Ciccolella.
E’ previsto un investimento di 52 milioni di euro, di cui 17 stanziati dal ministero destinati alla messa in opera dell’impianto di teleriscaldamento che permetterà un risparmio economico del 30% sui consumi energetici. Le serre, posizionate in vasche e non in terra, permetteranno di risparmiare anche sull’uso di concimi chimici, altamente inquinanti.
Scajola ha voluto precisare che, oltre al beneficio ambientale, il nuovo progetto creerà circa 140 posti di lavoro in una zona dove il tasso di disoccupazione è molto alto.
Dopo circa otto anni di riflessioni è finalmente giunto il momento in cui sarà possibile accelerare l’accettazione delle richieste di finanziamento, anche grazie anche al contributo della legge sviluppo che punta a firmare una trentina di contratti simili a questo entro la fine dell’anno.