• Articolo , 21 maggio 2009
  • Scajola: in Italia il nucleare sarà attivo dal 2018

  • Grazie al nucleare la produzione di energia da fonti fossili scenderà considerevolmente, si passerà dall’81% al 50%

(Rinnovabili.it) – Claudio Scajola, ministro dello sviluppo economico, intervenendo all’assemblea di Confindustria ha voluto portare all’attenzione alcuni dati che informano sull’andamento energetico nell’ultimo anno: il fotovoltaico è aumentato del 400%, l’eolico del 60% e anche l’idroelettrico e le biomasse sono cresciute. Ha inoltre dichiarato che nel 2018 si avrà la prima produzione di energia dal nucleare. “Nel 2010 le imprese interessate presenteranno le domande per le nuove centrali nucleari. Entro il 2013 metteremo la prima pietra della prima centrale. Entro il 2018 avremo i primi chilowattora prodotti nel nostro paese con il nucleare”, ha aggiunto il ministro precisando che una volta a regime coprirà il 25% del fabbisogno elettrico italiano.
Grazie alle diverse modalità ormai presenti per ottenere energia la produzione da fonti fossili scenderà dall’ 81% al 50%, rendendo il mix produttivo, secondo il ministro, molto vantaggioso per l’ambiente. Così facendo le industrie consumeranno energia più pulita e più economica e, se saranno creative, spiega, riusciranno ad uscire presto dalla crisi.