• Articolo , 16 febbraio 2010
  • Scandicci: 1 litro di extravergine per 5 di olio usato

  • Campagna per la raccolta degli oli alimentari usati grazie ad un accordo tra il Comune, l’azienda Safi e l’associazione Olivicoltori toscani associati, che ha messo a disposizione cento bottiglie da un litro di olio extravergine di oliva. Da sabato 20 febbraio recandosi alla stazione ecologica Recupera in via Charta 77 con 5 litri di olio […]

Campagna per la raccolta degli oli alimentari usati grazie ad un accordo tra il Comune, l’azienda Safi e l’associazione Olivicoltori toscani associati, che ha messo a disposizione cento bottiglie da un litro di olio extravergine di oliva. Da sabato 20 febbraio recandosi alla stazione ecologica Recupera in via Charta 77 con 5 litri di olio usato, si ottiene un buono per ritirare gratis un litro di olio nuovo presso la sede degli Olivicoltori associati in via Empolese 20/A a San Vincenzo a Torri. Proprio in quella sede sabato 20 l’inaugurazione di una nuova Ecotappa, per il conferimento di cartucce, toner, farmaci scaduti, pile, bombolette spray, piccoli elettrodomestici, e oli vegetali esausti.

I cittadini che consegnano 5 litri di olio alimentare esausto possono ritirare un litro di olio extravergine d’oliva gratis. Inizia sabato 20 febbraio la campagna per la sensibilizzazione alla raccolta degli oli esausti promossa da Comune di Scandicci, Safi e associazione Olivicoltori toscani associati, che ha messo a disposizione cento bottiglie da un litro di olio extravergine; l’iniziativa proseguirà fino all’esaurimento delle disponibilità di olio nuovo. Per aver diritto ad una bottiglia di extravergine i cittadini devono portare i 5 litri di olio esausto alla stazione ecologica Recupera in via Charta 77 (aperta dal lunedì al sabato, la mattina dalle 8,30 alle 12,30 ed il pomeriggio dalle 14,30 alle 18,30), dove riceveranno un buono necessario a ritirare l’olio nuovo presso la sede degli Olivicoltori toscani associati, in via Empolese 20/A a San Vincenzo a Torri.

Proprio presso la sede degli Olivicoltori associati di San Vincenzo sabato 20 febbraio l’inaugurazione della nuova Ecotappa, ovvero un altro punto di raccolta dove i cittadini della zona possono conferire pile, farmaci scaduti, bombolette spray, piccoli elettrodomestici, cartucce, toner, stampanti e oli vegetali esausti; l’Ecotappa e la campagna per la sensibilizzazione per la raccolta degli oli usati seguono una convenzione firmata dall’assessore all’Ambiente del Comune di Scandicci Simona Bonafé, dal direttore generale di Safi Idilio Pisani e dal Presidente degli Olivicoltori associati Giampiero Cresti. “La campagna per il recupero degli oli usati – spiega l’assessore all’Ambiente Simona Bonafé – ha anche l’obiettivo di far conoscere sempre più ai cittadini la stazione ecologica Recupera di via Charta 77. Ringraziamo sinceramente gli olivicoltori per aver consentito questa iniziativa mettendo a disposizione le bottiglie di olio nuovo, un semplice incentivo che tuttavia è molto prezioso per sensibilizzare alle corrette pratiche di conferimento”. Alla stazione Recupera i cittadini possono portare carta e cartone, manufatti in legno, materiali ferrosi, elettrodomestici in ferro, manufatti in plastica, pneumatici, olii vegetali, abiti usati, sfalci e potature, inerti, vetro, plastica, lattine, contenitori di fitofarmaci bonificati, computer e stampanti, pile, batterie auto, farmaci scaduti, olii minerali, contenitori con residui di sostanze pericolose e tubi al neon.