• Articolo , 24 novembre 2009
  • “Scegli ambiente” con i 200 prodotti più verdi

  • Duecento prodotti verdi in grado di “contagiare” il consumatore ed entrare in pianta stabile nella sua lista della spesa. Prodotti amici dell’ambiente perché ecologici, biologici, confezionati con materiali riciclati o a imballaggio ridotto, oppure riutilizzabile, prodotti connotati dal marchio (Coop o Libera Terra) e riconoscibili dal cartellino con un albero stilizzato sono detersivi in contenitori […]

Duecento prodotti verdi in grado di “contagiare” il consumatore ed entrare in pianta stabile nella sua lista della spesa. Prodotti amici dell’ambiente perché ecologici, biologici, confezionati con materiali riciclati o a imballaggio ridotto, oppure riutilizzabile, prodotti connotati dal marchio (Coop o Libera Terra) e riconoscibili dal cartellino con un albero stilizzato sono detersivi in contenitori di plastica riciclata e dentifrici senza involucro di cartone, tonno pescato con tecniche sostenibili e caffé in confezione ridotta al minimo. Con l’operazione “Scegli ambiente” Coop Adriatica sostiene concretamente “Dall’etica all’etichetta”, il progetto di consumo sostenibile del Centro di educazione ambientale del Comune di Faenza (Cea Faenza21) – in partnership con la sede di Ravenna della Facoltà di Scienze ambientali dell’Università di Bologna e finanziato attraverso il bando Infea della Regione Emilia-Romagna – portando sugli scaffali di 3 punti vendita Coop di Faenza (ipercoop Le Maioliche e i due supermercati Il Borgo e Cappuccini) un ricco paniere di articoli ad alto contenuto “ambientale”. L’iniziativa integra il complesso di azioni portate avanti dal Comune di Faenza per “seminare ambiente” e buone pratiche di consumo sostenibile tra i cittadini, una silenziosa, auspicata “rivoluzione verde” che si può monitorare on line attraverso l’Indice dei consumi sostenibili all’interno del Cruscotto della Sostenibilità, la piattaforma interattiva e multimediale curata dal Cea Faenza21 per tenere sotto controllo la qualità dell’aria, i consumi di acqua, i rifiuti urbani.

“Vogliamo verificare se è possibile aiutare e stimolare i clienti a fare la spesa ragionando anche in termini di tutela ambientale – spiega il direttore delle Politiche sociali di Coop Adriatica, Marco Gaiba – ‘Scegli Ambiente’ contribuirà infatti alla realizzazione della ricerca per la costruzione dell’Indice sui consumi sostenibili, curata dall’Università: uno studio sulla possibilità della grande distribuzione di incidere sui comportamenti d’acquisto dei consumatori, indirizzandoli verso scelte più sostenibili”.
Coop Adriatica darà sostegno anche ai laboratori nelle scuole e al concorso a premi promossi dal Comune, premesse per la realizzazione di un “Portale del consumo sostenibile” e la diffusione di un block notes con riflessioni scritte dai ragazzi per una spesa attenta all’ambiente.
Da 30 anni Coop realizza attività di educazione al consumo consapevole: solo nel 2008 le iniziative hanno coinvolto 1.278 classi delle scuole dell’infanzia, primaria e secondaria di 1° e 2° grado, per un totale di oltre 27mila studenti, dei quali 1.281 a Faenza