• Articolo , 15 settembre 2008
  • Scienza: a Frascati dal 22/9 la Settimana della Ricerca

  • Un’intera “notte” per guardare ai ricercatori in un modo nuovo, diretto ed informale. Il 26 settembre a Frascati, nell’ambito della “Settimana della Scienza” che si terrà dal 22 al 27 settembre 2008, per il terzo anno consecutivo, la Notte dei Ricercatori, avvicinerà i cittadini alla Ricerca, per rilanciarne il fondamentale ruolo nella società. Evento promosso […]

Un’intera “notte” per guardare ai ricercatori in un modo nuovo, diretto ed informale. Il 26 settembre a Frascati, nell’ambito della “Settimana della Scienza” che si terrà dal 22 al 27 settembre 2008, per il terzo anno consecutivo, la Notte dei Ricercatori, avvicinerà i cittadini alla Ricerca, per rilanciarne il fondamentale ruolo nella società. Evento promosso e sostenuto dalla Comunità Europea, la Researchers’ Night si svolge, con il patrocinio del Ministero degli Affari Esteri, contemporaneamente in oltre 40 siti europei e vede coinvolte 8 Regioni italiane (Campania, Lazio, Lombardia, Piemonte, Puglia, Sicilia, Trentino Alto Adige e Valle d’Aosta). A Frascati si apriranno di nuovo le porte dei laboratori del più grande distretto scientifico in Europa (3000 ricercatori), quello Tuscolano, e la Città accoglierà nei suoi locali, nelle sue piazze, nelle sue strade, tutti coloro che vorranno curiosare e sperimentare, indagare, conoscere un mondo, quello dei ricercatori, più vicino alla gente di quanto non si pensi. EOS (Eyes On Scientists), questo il nome del progetto presentato per la Researchers’ Night 2008, risultato nuovamente il primo dei progetti italiani selezionati, è stato ideato da Frascati Scienza, associazione della quale è Presidente l’astronauta Umberto Guidoni, e vicepresidenti Giovanni Mazzitelli e Emilio Sassone Corsi e che ha sede nel Comune di Frascati. La Notte dei Ricercatori vede la collaborazione degli Enti di Ricerca presenti nell’area di Frascati (CNR, ENEA, ESA-ESRIN, INAF, INFN, Università di Tor Vergata), dell’Assessorato alle Politiche Culturali del Comune di Frascati, dell’ATA, dell’associazione ETA CARINAE ed il contributo della Regione Lazio – Assessorato alla Cultura, Spettacolo e Sport e Assessorato Sviluppo Economico, Ricerca, Innovazione e Turismo, della FILAS (Finanziaria Laziale di Sviluppo), della Provincia di Roma – Assessorato alla Cultura e Assessorato alla Mobilità e Trasporti, di TRENITALIA e della Comunità Montana Castelli Romani e Prenestini. Sulla base del successo delle passate edizioni, che hanno visto la partecipazione di oltre 10.000 persone, Frascati Scienza intende con EOS (Eyes On Scientists), proseguire quest’opera di divulgazione e di avvicinamento della ricerca al grande pubblico iniziata nel 2006, rendendo sempre più fruibile l’evento ad una maggiore quantità di partecipanti. Tra spettacoli musicali, teatrali e appuntamenti enologici, si parlerà, quindi, di quark e dell’evoluzione dell’universo, studiati con gli acceleratori di particelle dell’INFN; dell’astrofisica dell’INAF; della ricerca di base dell’ENEA nel campo dell’energia alternativa e dell’ambiente; della parte più tecnologica del CNR e dei programmi spaziali europei dell’ESA-ESRIN.