• Articolo , 24 aprile 2008
  • Scivolone del petrolio che arriva a perdere due dollari e mezzo

  • Il recupero della moneta statunitense sull’euro spedisce, almeno per oggi, la quotazione del petrolio a quota 105,50, con una perdita secca di due dollari e mezzo

In seguito all’apprezzamento del dollaro, in sensibile ripresa sul nuovo minimo di tutti i tempi segnato in settimana rispetto all’euro, assistiamo ad una caduta delle quotazioni del greggio. Il contratto di giugno sul light crude, che fino a questa mattina riusciva a restare sopra i 118 dollari, scivola prima a 117,46 dollari, con un ribasso dello 0,71%. Poi una brusca correzione, ancora al ribasso, e i futures Nymex arrivano ad arretrare sino a due dollari e mezzo, fino a un minimo di 115,50