• Articolo , 26 settembre 2011
  • Scozia: il Middle East sarà il volano per lo sviluppo delle rinnovabili

  • Nuovi fondi e investimenti da indirizzare in progetti verdi guideranno il paese verso un futuro low carbon. Le dichiarazioni di Salmond incoraggiano il Middle East a stimolare la green economy

(Rinnovabili.it) – Per stabilire la reale posizione della Scozia nel mercato degli investimenti dedicati alle rinnovabili il ministro Salmond ha organizzato una conferenza ad Edimburgo dal titolo *Low Carbon Investment*. L’intenzione è di stabilire nuovi fondi sovrani per dare vita ad un ambizioso programma per lo sviluppo dell’energia rinnovabile.
Un portavoce dell’agenzia per gli investimenti *Scottish Enterprise* ha rivelato che, mentre la Scozia continuerà a cercare di attirare gli investitori britannici e le banche per finanziare la prossima generazione di progetti di incentrati sull’energia rinnovabile, il governo inizierà a guardare anche all’estero, nel tentativo di rilanciare gli investimenti con particolare attenzione al Middle East.
Una fonte del governo ha riferito che un certo numero di sviluppatori scozzesi stanno cercando di raccogliere fondi nel Regno Unito anche attraverso la Green Bank Investment. In vista della conferenza di ieri, Salmond ha dichiarato che il governo scozzese si è completamente impegnato a creare un hub globale a basse emissioni, sostenendo che l’obiettivo del paese rimane diventare _ad emissioni zero_, con una economia 100 per cento alimentata dalle energie rinnovabili, location ideale per investitori green di spicco internazionali.
“Nel settore della generazione di energia a basso carbonio, la Scozia si è assicurata una serie di importanti decisioni strategiche provenienti dai principali attori nel settore energetico negli ultimi 12 mesi, che stanno portando progetti ed investimenti in Scozia, e consolidando la nostra posizione come una posizione di scelta per lo sviluppo di clean-tech”, ha commentato.
“Sono fiducioso che questi sviluppi, molto graditi, rappresentino il preludio di un grande avvenire, con un investimento crescente e molte migliaia di posti di lavoro che dovrebbero essere creati nel percorso verso il 2020”.
Il ministro ha poi concluso aggiungendo che il governo scozzese e le sue agenzie stanno adottando misure per creare “le condizioni ottimali per gli sviluppatori e gli investitori per offrire una rivoluzione delle energie rinnovabili che permetta alla Scozia di offrire un contributo significativo nella lotta contro i cambiamenti climatici – portando benefici economici alle comunità in tutto il paese”.