• Articolo , 27 aprile 2011
  • Scozia, il Primo Ministro difende i target sulle rinnovabili

  • Nonostante le numerose critiche il Primo Ministro ribadisce che la Scozia ce la farà a raggiungere il 2020 con un mix energetico 100% rinnovabile

(Rinnovabili.it) – Il Primo ministro scozzese Alex Salmond rimane fermo sulle proprie posizioni: la Scozia ce la può fare a raggiungere una produzione 100% rinnovabile entro il 2020. Un folto gruppo di organismi, incluso il CBI scozzese e la Camera di Commercio scozzese hanno sostenuto di recente che gli obiettivi energetici del paese sono irrealistici, e quindi stanno spingendo per un mix energetico a base di nucleare e rinnovabili. La settimana scorsa anche il leader laburista Ed Miliband ha dichiarato troppo ambiziosi i piani al 2020.
“Ammiro tutti coloro che propongono politiche che siano credibili, ma il problema è che l’impegno sulle fonti rinnovabili scatena spesso incredulità” ha dichiarato Miliband al _The Scotsman_.
Nonostante le numerose critiche Salmond ha voluto ribadire che il numero dei progetti in corso di svolgimento dimostrano che l’obiettivo è raggiungibile. “Se si includono i progetti già in costruzione e quelli approvati, la percentuale è del 58 per cento [del consumo lordo di elettricità fornita da fonti rinnovabili] registrato quest’anno”, ha dichiarato “Per questo le persone che dicono che dal 58% di quest’anno non riusciremo ad arrivare al 100% nel 2020 dimostrano una totale mancanza di conoscenza e di ambizione”. Attualmente l’obiettivo di Salmond è di colmare il gap energetico rinnovabile attraverso lo sviluppo e il lancio di nuovi regimi a favore dello sviluppo di parchi eolici off-shore.