• Articolo , 31 gennaio 2011
  • Screen Actors Guild Awards, anche Hollywood “premia” in verde

  • Raccolta differenziata e riciclaggio di sceneggiature e materiali di scarto ma soprattutto una votazione che ha eliminato le schede cartacee affidandosi integralmente al digitale evitando così la produzione di 3 tonnellate di carta. Questa la vena green della 17esima edizione degli Screen Actors Guild Awards

(Rinnovabili.it) – Si è conclusa la diciassettesima edizione della rassegna statunitense “*Screen Actors Guild Awards*”:http://www.sagawards.org/, che premia il più meritevole tra gli iscritti al Screen Actors Guild (SAG), un sindacato a rappresentanza di oltre 120.000 attori di cinema e televisione.
Nel corso dell’edizione sono state numerose le occasioni per ricordare l’importanza della riduzione della produzione di carbonio come assicurazione per un futuro migliore, ma tra tutte le iniziative ha fatto discutere la decisione di eliminare le schede cartacee normalmente utilizzate per le votazioni. Votare on-line è stata quindi la novità della 17esima edizione del premio hollywoodiano, pratica green che ha permesso di risparmiare circa tre tonnellate di carta, come comunicato da Kathy Connell, produttrice dei SAG Awards.
“Abbiamo sempre spedito la scheda cartacea ma ogni anno un numero crescente di persone ci ha chiesto di poter votare online” ha riferito la Connell. “Abbiamo quindi pensato che fosse un problema di pochi eliminare lo scrutinio in carta. Quando arriveremo alla conclusione riusciremo a fare una stima numerica precisa” ha concluso la produttrice durante un’intervista avvenuta prima dell’inizio dell’evento.
Per completare il quadro della sostenibilità è stato inoltre chiesto agli attori partecipanti di arrivare alla premiazione a bordo di veicoli ibridi, con il programma che è proseguito con una cena a base cibi provenienti da coltivazioni biologiche e utensili e tazze realizzati con produzioni a basse emissioni con la prospettiva di riciclare la scenografia e i rifiuti per far sì che l’evento sia davvero a zero emissioni. Durante la serata è stato anche possibile ammirare la prima torre luminosa alimentata a fuel cell, che ha debuttato ai Golden Globes all’inizio del mese e che in questa occasione a illuminato il red carpet.