• Articolo , 13 marzo 2009
  • Scuola: premio ‘Kyoto anch’io’ a Itis Righi di Chioggia

  • Sempre piu’ spesso vengono utilizzati materiali sostenibili per la costruzione e ristrutturazione delle scuole e adottate tecniche di bioarchitettura per i nuovi edifici. Dai materiali piu’ naturali alla progettazione di nuove strutture che sfruttino la luce del sole, la tendenza e’ quella di ottenere edifici che incidano il meno possibile in termini di inquinamento e […]

Sempre piu’ spesso vengono utilizzati materiali sostenibili per la costruzione e ristrutturazione delle scuole e adottate tecniche di bioarchitettura per i nuovi edifici. Dai materiali piu’ naturali alla progettazione di nuove strutture che sfruttino la luce del sole, la tendenza e’ quella di ottenere edifici che incidano il meno possibile in termini di inquinamento e impatto ambientale.
Esempio d’eccezione tra le scuole ”amiche del clima” e’ l’Itis ”Augusto Righi” di Chioggia (Ve) a cui e’ stato consegnato oggi – in occasione della presentazione del rapporto Ecosistema scuola – il primo premio di ”Kyoto anch’io-la scuola amica del clima”, il concorso di Legambiente e Edison rivolto agli studenti sul risparmio energetico e l’utilizzo di fonti rinnovabili. Tra le 150 scuole elementari, medie e superiori partecipanti all’iniziativa gli alunni dell’istituto di Chioggia hanno presentato il miglior progetto di riqualificazione ambientale ed energetica dell’edificio scolastico aggiudicandosi cosi’ un impianto fotovoltaico per la propria scuola.