• Articolo , 21 marzo 2011
  • Scuolabus ecologici. Un bando riservato ai Comuni

  • La Provincia di Viterbo pensa al matrimonio tra il trasporto pubblico e lo sviluppo sostenibile, e vara un bando rivolto ai Comuni della Tuscia per l’acquisto di scuolabus ecologici. Sono, infatti, stati stanziati dall’assessorato alla Pubblica istruzione di Palazzo Gentili 99.640 euro per l’acquisto, da parte delle amministrazioni comunali del territorio, di mezzi ecologici alimentati […]

La Provincia di Viterbo pensa al matrimonio tra il trasporto pubblico e lo sviluppo sostenibile, e vara un bando rivolto ai Comuni della Tuscia per l’acquisto di scuolabus ecologici. Sono, infatti, stati stanziati dall’assessorato alla Pubblica istruzione di Palazzo Gentili 99.640 euro per l’acquisto, da parte delle amministrazioni comunali del territorio, di mezzi ecologici alimentati a metano, gas, petrolio liquido, idrogeno, biodiesel o con alimentazione elettrica, bifuel e ibrida.

I Comuni interessati dovranno presentare esplicita richiesta scritta su carta intestata e firmata dal sindaco, in cui si dichiari la volontà di acquistare uno scuolabus ecologico entro i 90 giorni successivi alla data di ricevimento della comunicazione di concessione del contributo.

Le richieste e i relativi allegati, contenuti in un plico chiuso con indicazione del mittente e riportante all’esterno la dicitura “Richiesta contributo per acquisto scuolabus ecologico”, dovranno pervenire entro le ore 12 del giorno 29 aprile 2011 a Provincia di Viterbo – Assessorato Pubblica Istruzione, Via Saffi 49 – 01100 Viterbo.

Tutte le informazioni al riguardo sono disponibili sul sito internet della Provincia di Viterbo, all’indirizzo www.provincia.vt.it. L’avviso e la relativa documentazione sono inoltre visionabili presso gli uffici della Pubblica istruzione della Provincia.

“Invito tutti i sindaci dei Comuni interessati a rispondere all’invito della Provincia – dichiara l’assessore alla Pubblica istruzione, Paolo Bianchini – perché si tratta di un’iniziativa positiva, volta a promuovere la cultura della tutela dell’ambiente, offrendo al tempo stesso un servizio di primaria importanza agli studenti del territorio”.