• Articolo , 31 marzo 2009
  • Scuole Rodari, arredi “ecologici”

  • 170 mila euro per nuovi arredi a basso impatto ambientale.

Giacinto Mariani, la preside Rossana Spreafico (al centro) e alcune insegnaniBanchi, lavagne, armadi, cattedre e sedie in legno riciclato, o proveniente da foreste gestite in modo “sostenibile”, con bassa emissione di formaldeide e un numero di componenti ridotto al minimo. E’ questa la novità degli arredi consegnati alle scuole elementari Rodari di via Pacini.
Un investimento complessivo di 170 mila euro per “arredare” ventuno classi, quattro laboratori, due spogliatoi della palestra e la sala biblioteca.
“L’Amministrazione – spiega Giacinto Mariani, che ha la delega all’Istruzione – sta facendo il massimo per rinnovare e mettere a norma tutte gli edifici scolastici della città. Alle Rodari abbiamo fatto un investimento importante, non solo in termini economici ma anche culturali. Abbiamo deciso di investire sul futuro: tutti i prodotti acquistati sono a basso impatto ambientale e la qualità è garantita dal rispetto di tutte le norme in termini di sicurezza e dalla totale ecocompatibilità.”

Per la realizzazione gli arredi scolastici, forniti dall’azienda Vastarredo, con sede in provincia di Chieti, sono stati utilizzati pannelli prodotti con legno riciclato o proveniente da foreste gestite in modo sostenibile e a bassa emissione di formaldeide, limitazioni all’uso di sostanze pericolose (come cadmio e mercurio), numero di componenti ridotto al minimo, vernici atossiche e spigoli arrotondati. Anche gli imballaggi con cui sono stati consegnati gli arredi sono in materiale riciclato o riciclabile oppure proveniente da risorse rinnovabili. Banchi, lavagne e armadi possiedono inoltre alcuni requisiti non obbligatori ma importanti per la qualità dei materiali, come la certificazione ecologica del legno e derivati secondo gli standard Fsc e Pefc.
Quest’anno sono stati investiti già 220 mila euro per lavori di manutenzione nelle altre scuole del territorio (ad esempio: manutenzione porte tagliafuoco, sistemazione cortile e sostituzione cancello delle Rodari, sistemazione giardino delle Nobili, sistemazione palestra e rifacimento impianti citofono delle Cadorna, sistemazione parquet dell’atrio delle Moro).
Inoltre nel POP 2009-2011 sono previsti investimenti importanti nel settore “edilizia scolastica”: 400 mila euro per la ristrutturazione esterna delle Manzoni e stessa cifra per la facciata delle Moro; 800 mila euro per l’ampliamento delle Stoppani; 1 milione e mezzo di euro (in tre anni) per la ristrutturazione della palestra delle Don Milani.