• Articolo , 18 novembre 2008
  • Searaser, dall’energia delle onde all’idroelettrico

  • Nasce dalla mente di un ingegnere britannico un dispositivo che spiana la strada alle speranze di una fonte di energia elettrica pulita e a buon mercato

Imprigionare la potenza delle onde per pompare le acque oceaniche a quasi 200 metri sopra il livello del mare e creare in questo modo una fonte di energia idroelettrica. Questo in sintesi quanto promette di fare l’invenzione del britannico Alvin Smith. Searaser, questo il nome del dispositivo, è costituito da due galleggianti posti uno sopra l’altro e connessi da un pistone, messo in azione dello scorrere delle onde. Ogni pompa ha una capacità di soli 0.25 MW, ma l’idea alla base è che vengano utilizzati in decine, o addirittura centinaia, fianco a fianco lungo tutta la costa o in alto mare. Attualmente l’invenzione è in fase di test a largo delle coste britanniche, dove un primo prototipo si è dimostrato in grado di pompare l’acqua fino a 48 metri sopra il livello del mare.
In attesa che venga completato un dispositivo dalle dimensioni maggiori, Smith lancia delle previsioni, spiegando che, secondo i suoi calcoli, una flotta di 43.000 Searaser potrebbe fornire abbastanza energia per 20 milioni di famiglie.