• Articolo , 16 settembre 2011
  • Settimana Mobilità Sostenibile, ai Fori Imperiali le eco-novità romane

  • Ha preso il via, e va avanti fino al 22 settembre, la “Settimana europea della mobilità sostenibile”, promossa dalla Commissione Europea, cui quest’anno aderisce anche Roma Capitale. Filo conduttore dell’edizione 2011, la mobilità alternativa: biciclette, veicoli eco-compatibili, bus con motori ecologici, bike sharing, car pooling. Oggi, domenica 18, su via dei Fori Imperiali pedonalizzata per […]

Ha preso il via, e va avanti fino al 22 settembre, la “Settimana europea della mobilità sostenibile”, promossa dalla Commissione Europea, cui quest’anno aderisce anche Roma Capitale. Filo conduttore dell’edizione 2011, la mobilità alternativa: biciclette, veicoli eco-compatibili, bus con motori ecologici, bike sharing, car pooling. Oggi, domenica 18, su via dei Fori Imperiali pedonalizzata per l’occasione, sono in vetrina i mezzi, le iniziative e i progetti messi in campo a Roma.

Al centro della giornata ecologica ai Fori Imperiali, la presentazione delle flotte di veicoli Atac, Roma Tpl e Ama a impatto zero: uno dei tasselli che compongono la strategia del Campidoglio per passare al trasporto sostenibile. Anche gli altri, dai piani per il trasporto su ferro alle forme di mobilità collettiva (vedi qui appresso), sono presenti ai Fori Imperiali con stand e gazebo.

Oggi c’è anche il flash-mob internazionale “Il trasporto pubblico ci rende liberi”, organizzato per le 16 alla stazione Porta San Paolo della Roma-Lido, da Atac con UITP (Unione Internazionale Trasporti Pubblici) in collaborazione con Youth for Public Transport (Y4PT): attesi giovani da tutto il mondo per affermare il primato della mobilità su mezzi collettivi e la “liberazione” dall’egemonia del trasporto privato (vedi la news nel portale Atac).

La Settimana prosegue poi martedì 20 con il “Blu & Car Pooling Day”, giornata dedicata al Bollino Blu e al car-pooling, lo spostamento in condivisione per andare e venire dal lavoro (praticano il car pooling le aziende dotate di mobility manager, a Roma un centinaio con circa 200 mila dipendenti); fino al 22 con la “Blu Week”, la settimana del Bollino Blu; mercoledì 21 con “At work without my car”, per incentivare l’uso della bicicletta come mezzo quotidiano di trasporto verso il lavoro; giovedì 22 con “Mobilità e cultura”: sconto all’ingresso dei Musei Capitolini e del Bioparco per chi usa in giornata i mezzi pubblici con il Bit (normale biglietto integrato a tempo) o l’abbonamento Metrebus (mensile o annuale), oppure si presenta agli ingressi in sella a una bici.

In più, il concorso che mette in palio 10 biciclette per premiare le “buone pratiche” in tema di mobilità sostenibile. Si partecipa al concorso aderendo a tre delle iniziative di cui abbiamo parlato qui sopra: la “Blu Week”, il “Car Pooling Day” e “At work without my car”. Per i dettagli, vedi la pagina dedicata nel portale dell’Agenzia della Mobilità.

Alla Settimana Europea si legano poi concrete prassi in favore dell’ambiente. Molte le misure permanenti adottate dal Campidoglio nel corso del 2011. Tra queste, da ricordare almeno: il rinnovo delle flotte del trasporto pubblico con 160 nuovi bus Euro 5 adottati da Roma Tpl (altrettanti ne verranno acquisiti nel 2012 e poi nel 2013) e i mezzi elettrici Atac a servizio del centro storico (la più grande flotta di bus elettrici in Europa); i nuovi “corridoi della mobilità” (per il 2011 il filobus Laurentina-Tor Pagnotta); l’estensione del car sharing, con il bando per allargare il servizio all’intero territorio cittadino (almeno 300 veicoli elettrici e 150 punti di ricarica in più); estensione zone a traffico limitato e aree pedonali (5 chilometri quadrati in più nel centro storico, prima fase attuativa per il Tridente in corso nel 2011).

“La sostenibilità ambientale passa in gran parte per le politiche della mobilità”, ha commentato l’assessore alle Politiche ambientali, Marco Visconti; per cui, ha aggiunto l’assessore alle Politiche della mobilità Antonello Aurigemma, con la Settimana Europea si punta “a sensibilizzare i cittadini sull’ uso del mezzo pubblico e della mobilità alternativa”. Le aziende capitoline, ha poi sottolineato Visconti, sono al lavoro per la sostenibilità ambientale: Ama, ad esempio, dal 2009 ha già rinnovato il 30% del parco veicoli con mezzi a bassa emissione di Co2. Atac, dal suo canto, ha ormai l’80% dei bus a metano o elettrici.