• Articolo , 6 settembre 2010
  • Shangai incentiva la mobilità elettrica con 2500 stazioni di ricarica

  • La Cina vuole il primato per la mobilità elettrica e finanzia l’istallazione di 2500 stazioni di ricarica sperando siano un ulteriore stimolo alla diffusione della sostenibilità nel settore dei trasporti

(Rinnovabili.it) – Affrontare il cambiamento climatico modificando la natura del parco circolante cinese. E’ questo uno degli interventi che il governo ha annunciato ieri, sottolineando l’importanza della promozione delle energie sostenibili e dei veicoli a basse emissioni di carbonio. Il piano reso noto comprende lo stanziamento di 30 miliardi di yuan (3 miliardi e mezzo di euro) per il posizionamento e la messa in funzione di 25mila stazioni di ricarica per veicoli elettrici o ibridi da portare a termine nei prossimi due anni. Il paese si impegna dunque a perseguire l’ “obiettivo già annunciato”:http://www.rinnovabili.it/veicoli-elettrici-piu-di-tre-milioni-in-circolazione-nel-2015-801255 di voler divenire presto uno dei paesi con un elevato tasso di veicoli circolanti a zero emissioni, ma per far questo le città hanno necessariamente bisogno di essere dotate di infrastrutture che stimolino i consumatori e che rassicurino circa la possibilità di provvedere ad una ricarica completa dei veicoli senza difficoltà.
“Con il sostegno del governo nell’acquisto, nella Ricerca&Sviluppo e nelle infrastrutture, Shanghai sarà in grado di produrre 100.000 nuovi veicoli elettrici ogni anno. Di questi circa 20.000 sarà per uso privato”, ha riferito un funzionario del governo.