• Articolo , 28 giugno 2010
  • Siemens: sale al 45% la quota di partecipazione in Archimede Solar Energy

  • “Con l’aumento delle nostre quote azionarie in Archimede stiamo rafforzando la collaborazione con Angelantoni Industrie“ ha detto René Umlauft, CEO della divisione Renewable Energy di Siemens. “Il nostro portafoglio è il più ampio nel business del solare a concentrazione. Siamo in grado, infatti, di fornire il 70% dei componenti di un impianto solare termodinamico da […]

“Con l’aumento delle nostre quote azionarie in Archimede stiamo rafforzando la collaborazione con Angelantoni Industrie“ ha detto René Umlauft, CEO della divisione Renewable Energy di Siemens. “Il nostro portafoglio è il più ampio nel business del solare a concentrazione. Siamo in grado, infatti, di fornire il 70% dei componenti di un impianto solare termodinamico da fonte unica. Se necessario forniamo soluzioni complete. Con i tubi ricevitori a sale fuso di Archimede Solar Energy, che rappresentano una tecnologia importante per gli impianti termodinamici, completiamo il nostro portafoglio”.

Archimede Solar Energy è una controllata del gruppo Angelantoni Industrie e produce tubi ricevitori solari per gli impianti con collettori parabolici che utilizzano i sali fusi come fluido termovettore. L’impianto di Priolo Gargallo, il primo con questa tecnologia, è in fase di costruzione in Sicilia e utilizzerà circa 1.500 tubi ricevitori solari a sali fusi. Si prevede che entri in esercizio nell’estate 2010. I sali fusi nei tubi – in grado di aumentare in modo significativo l’efficienza degli impianti solari termodinamici – sono usati inoltre per lo stoccaggio di calore, permettendo così all’energia termica conservata di essere rilasciata di notte per produrre elettricità.

L’aumento delle quote azionarie in Archimede rientra nella strategia Siemens volta ad un ampliamento del proprio portafoglio nel mercato dell’energia solare termodinamica. Siemens è da tempo fornitore di componenti essenziali per impianti solari termodinamici tra cui turbine a vapore, sistemi elettrici, I&C e di raffreddamento. Attraverso la tecnologia dei ricevitori a sale fuso di Archimede Solar e la comprovata tecnologia dei ricevitori ad olio di Siemens Concentrated Solar Power (ex Solel Solar Systems), Siemens è oggi fornitore di una gamma completa di prodotti per l’industria del solare termodinamico.

“Puntiamo a diventare fornitori leader di impianti solari termodinamici. Oggi siamo in grado di offrire ai nostri clienti tecnologie chiave in qualità di partner unico” – prosegue René Umlauft. Siemens prevede che il mercato degli impianti solari termodinamici registrerà una crescita annua a due cifre fino al 2015 raggiungendo un volume di 10 miliardi di euro.

I componenti e le soluzioni per gli impianti solari termodinamici fanno parte del portafoglio ambientale di Siemens. Nell’anno fiscale 2009, gli introiti derivanti dal portfolio hanno raggiunto un totale di circa 23 miliardi di euro posizionando Siemens come il principale fornitore mondiale di tecnologie eco-friendly. Nello stesso periodo, i prodotti e le soluzioni Siemens hanno aiutato i clienti di ridurre le loro emissioni di CO2 di 210 miliardi di tonnellate, pari alle emissioni totali di New York, Tokyo, Londra e Berlino.