• Articolo , 8 maggio 2007
  • Soffia il vento delle rinnovabili

  • Di scena l’energia eolica da oggi a Milano, con l’incoraggiamento del mondo politico e industriale per una fonte che avrà il suo peso nella riduzione delle emissioni di gas serra e quindi nel raggiungimento degli obiettivi fissati dalla Comunità Europea

E’ iniziata oggi a Milano la Conferenza Europea sull’energia eolica che quest’anno dovrebbe ospitare più di 3000 persone.
Nella sessione di aperturasono giunti numerosi messaggi di approvazione da parte di politici e esponenti dell’industria. Per Arthouros Zervos, presidente della EWEA (European Wind Energy Association) “L’energia eolica costituirà il principale contributo al raggiungimento dell’obiettivo generale del 20% di energia proveniente da fonti rinnovabili entro il 2020 stabilito dall’Unione Europea”, il risultato della riunione a Bruxelles, lo scorso marzo, durante il Consiglio di primavera. Il presidente della Conferenza, e della German Wind Energy Association, Peter Ahmels, ha dichiarato che il raggiungimento dell’obiettivo europeo porterebbe ad nuova rivoluzione industriale e permetterebbe all’Europa di usufruire di un terzo dell’energia da fonti rinnovabili. Il capo della segreteria tecnologica al Ministero Italiano per l’Ambiente, Fabrizio Fabbri, parlando degli ostacoli che si incontrano nel nostro paese, ha detto che “se vogliamo raggiungere l’obiettivo europeo, è cruciale persuadere la popolazione che abbiamo fortemente bisogno dell’energia eolica”. Per raggiungere gli ambiziosi obiettivi che si prefigge, l’EWEA ha dato vita ad una campagna chiamata “Cogli l’opportunità” che mette in luce tutti gli aspetti positivi per l’ambiente di questa tecnologia. (fonte PRNewswire.co.uk)