• Articolo , 12 luglio 2010
  • Solar cooling, anche il vino si raffredda con il sole

  • Prima cantina al mondo ad essere refrigerata utilizzando i raggi del sole quella dell’azienda Peitler che, sfruttando il solar cooling, raffredda i prodotti dell’azienda con notevole risparmio energetico e emissioni dannose pari a zero

(Rinnovabili.it) – Raffreddare una cantina enologica sfruttando il sole. Sembra un paradosso ma la tecnologia ormai riesce a fare anche questo. L’ABA-Invest in Austria, una società di proprietà del ministero dell’Economia austriaco che mira a favorire gli investimenti produttivi e gli insediamenti aziendali in Austria, ha segnalato questa eccellenza europea promuovendone la diffusione.
Grazie alla collaborazione tra l’austriaca S.O.L.I.D., con sede a Graz e gli scienziati dell’istituto di Ricerca Joanneum Research la cantina che sfrutta il solare termodinamico per raffreddare i proprio prodotti è stata istallata nell’azienda Peitler, in Stiria.
Andando nel particolare il solar-cooling trova numerose applicazioni all’interno dell’industria agroalimentare proprio perché produce raffreddamento partendo dal calore accumulato mediante collettori termici solari. I pannelli solari assorbono la radiazione del sole e la trasformano in acqua calda; l’acqua viene poi spinta verso una macchina frigorifera che la raffredda per poi canalizzare in un circuito atto al raffrescamento delle cantine.
Nonostante la possibilità di trasformare l’energia solare in elettricità e servendosi del calore accumulato dalle celle per produrre un liquido refrigerato grazie all’evaporazione e allo scambio di calore il solar cooling non è una tecnologia molto diffusa a causa degli elevati costi, diffondere la consapevolezza che l’applicazione riduce i consumi e le emissioni potrebbe diffondere le istallazioni abbassandone il prezzo.